08/11/16

Olive fresche saltate in padella


 Ingredienti:

Olive fresche
un filo di olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio

Procedimento:

In una padella  mettete un filo d'olio, le olive e il sale  grosso, uno spicchio di aglio.
Cuocete a fiamma media, e saltate le olive di tanto in tanto.
Saranno pronte non appena iniziano ad appassire e a crepare, sono leggermente amarognole, ma...
una tira l'altra.....
....e quelle che ho preparato nel mio camper sono sparite in poco tempo....che ne dite? saranno piaciute?
Servite calde.



E.W.C.










 li trovi qui

07/11/16

Aria di freschezza

Aria di freschezza in casa Galassia Camper
sono arrivati gli sconti autunnali,
Per chi ancora non conosce i nostri prodotti
un liquido super concentrato con dosatore incorporato 25 dosi sicure
utilizzabile sia per il wc che per le acque grigie.


COME UTILIZZARLI


monochem 

fresh blue liquid


I nostri prodotti sono testati personalmente nel nostro camper, e quando ci è stato proposto di importare questo prodotto abbiamo fatto varie prove.
Ci è piaciuto e abbiamo deciso di commercializzarlo.
La bottiglia di liquido è compatta, tiene poco spazio e ha un doppio utilizzo, serve sia per le acque grigie che per il wc.
Ha un pratico misurino incorporato quindi niente sprechi, sono 25 dosi sicure con una dose fai il wc
e con mezza dose le acque grigie. Basta stringere il flacone e riempire il misurino.

-Fresh blue Un additivo sanitario super concentrato. Azione 2 in 1: utilizzabile sia  per il serbatoio del wc, sia per il serbatoio delle acque grigie.  Un’ unico prodotto 2 in 1 quindi anche salvaspazio.
- 100% biodegradabile. Elimina i cattivi odori e mantiene pulita ed efficiente la vostra cassetta. La bottiglia da 1L con il suo  dosatore  assicura un utilizzo semplice e preciso, evitando gli  sprechi. con un litro di prodotto si ottengono 25 dosi.
- Istruzioni per l’uso:
- Versare 40 ml con acqua a sufficienza nel serbatoio del wc.
- Versare 10 ml nel serbatoio delle acque grigie (basta versarlo nei lavelli)
- Efficacia per 4/5 giorni. ( noi l'abbiamo testata per una settimana e il risultato é stato ottimo)
- Fragranza: Ciliegia

- Italia:
 In vendita qui:http://www.galassiacampershop.com/category.php~idx~~~3~~igiene+camper~.html
Tel/fax 051 9916227  segreteria@galassiacamper.com

Cell. 3288789616 / 3289066944

06/11/16

Olive marinate ingredienti e dosi e procedimento

Questa  ricettina  è una specialità tipica delle terre da dove provengono i miei genitori, le Marche


Ingredienti:
1 kg. di olive
bastoncini di finocchietto selvatico essiccati
spicchi di aglio in camicia
scorzette di arance
sale grosso 40 gr.




per questa preparazione ho usato il sale di Cervia che è più dolce ne ho utilizzato 70 gr.

Le olive appena raccolte si mettono in una cassettina si scelgono avendo cura di eliminare quelle che fossero infestata dal bruco quindi si lasciano appassire per 2 o 3 giorni o per meglio dire si fanno asciugare bene bene.
Dopo questa operazione si prendono dei vasi puliti si fa uno strato di sale,
 1 spicchio di aglio, una scorzetta di un'arancia (fresca) e un bastoncino di finocchietto selvatico e uno di olive  e così via via.
Si tengono in un luogo buio e fresco senza chiudere ermeticamente i vasi, ma coperti con un canovaccio, oppure con un foglio di carta scottex tenuto con un elastico o come nel mio caso che non avevo elastici con dello schoch,

Tutti i giorni bisogna avere cura di capovolgere e muovere le olive. (ricordatevi che per capovolgerli occorre mettere il coperchio)
come potrete notare ho messo le scorzette sopra in modo che si asciughino e non ammuffiscano, si mescolerà al primo capovolgimento.
passati circa 15/20 gg. le olive sembreranno appassite dopo circa un mesetto  la polpa diventerà da verde a nera a quel punto sono pronte.(ogni tanto assaggiatele)
E...quando sono pronte...Eliminate l'acqua che si è formata e gli aromi, metterli in vasetti di vetro puliti irrorate con un filo di olio scuotete e conservate in frigorifero o in una cantina al fresco.

Buon appetito... slurp

Sono ottime mangiate con pane toscano insipido.


                                                                   Le trovate qui

Bibita bruciagrassi

Buona sera a tutti i miei lettori,





sono appena tornata dalla raccolta delle olive...fantastico, devo ringraziare il vice presidente del Gabbiano camper club, per averci invitato a casa sua, dove oltre alla raccolta delle olive abbiamo preparato tante leccornie e cenato e pranzato insieme.
Un pranzo e una cena tutta romagnola accompagnata da una miriade di dolci e dolcetti fatti dalle gabbianelle, ma sopratutto dalla nostra fornaia che ci ha deliziato con tantissimi manicaretti dolci e salati.

Ovviamente stasera la cena non ci sta, ma un bel estratto di succo per bruciare i grassi



bibita bruciagrassi

1 mela
1 gambo di sedano
1 carota
1 pezzetto di zenzero

Mettete tutti gli ingredienti nell'estrattore e bevetelo.








04/11/16

Roselline al profumo di cannella






INGREDIENTI
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 mele
1 noce di burro
Il succo di 1 limone
2 cucchiai di zucchero semolato
2 cucchiai di acqua
cannella in polvere
zucchero di canna
zucchero a velo per decorare


PROCEDIMETO

Sbucciate le mele e tagliatele a fettine sottili per il senso della lunghezza.

Spruzzate il succo di limone e mescolate per bene in modo che non anneriscano.


Mettete il burro in una padella antiaderente, versate le mele e lo zucchero e un po’ di cannella e mescolate a fiamma bassa amalgamando per bene.
Aggiungete l’acqua e lasciate che le mele si ammorbidiscano.
Lasciatele raffreddare.
Nel frattempo, ricavate tante strisce di pasta sfoglia della larghezza di circa 3 cm l’una.

Adagiate le mele lungo il bordo, per il senso della lunghezza, accavallandole leggermente e in maniera che sbordino un pochino.

Arrotolatela con delicatezza su se stessa facendo attenzione che le mele non fuoriescano.

In questo modo, dovremmo aver ottenuto un bocciolo di rosa allargate leggermente i petali.




Ripetete per ogni striscia e ponete le rose ottenute su una placca rivestita con carta forno o se li avete in dei pirottini di carta.

Spolverizzate ogni rosa con lo zucchero di canna e un po’ di cannella, infornate a 180°C per circa 20 minuti.


Una volta sfornate, lasciate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo prima di servire.

Le rose di mele e pasta sfoglia sono pronte per essere gustate in tutta la loro bontà!
SLURP SLURP
BUON APPETITO.




03/11/16

CONSIGLI WEBASTO by Sandro Giusti Gruppo LA LIBERTA' DEL CAMPER

                                                                                                                                                                   


CONSIGLI WEBASTO


Un'altra stagione fredda è ormai arrivata , e con lei inizia il doveroso lavoro del nostro riscaldatore( fig.2)

A proposito di riscaldatori! credo ci sia da fare delle considerazioni importanti su come deve funzionare veramente un riscaldatore Webasto.

durante tutte le fredde stagioni ormai passate ho visto in officina centinaia di camper, Tra cui alcuni con problemi al Webasto . agli arbori mi chiedevo se questo riscaldatore era veramente valido viste le lamentele dei clienti che arrabbiatissimi si ritenevano pentiti di aver fatto installare questo accessorio, ma con il passare del tempo e malgrado ciò, ho dovuto dar ragione al povero riscaldatore.
Scherzi a parte, nella stragrande maggioranza dei casi, i riscaldatori correttamente installati, non hanno mai dato problemi di funzionamento, e sapete perche? Ora vi spiego; i camper hanno una pianta diversa l’uno dall’altro, quindi ogni riscaldatore avrà dei criteri di montaggio sempre diversi. Se questi criteri apparentemente banali non vengono eseguiti sempre, e bene, sicuramente il riscaldatore non potrà mai funzionare perfettamente come invece dovrebbe essere.

Ora se non vi offendete vorrei darvi qualche consiglio su come gestire al meglio il vostro riscaldatore.

L’aspirazione per esempio, primo punto fermo ed importante di un riscaldatore, deve essere sempre installata in una zona molto libera e che aspiri aria tassativamente dall interno. Se fate installare un riscaldatore chiedete sempre dove e’ stata eseguita la presa di aspirazione al fine di non andare a ostruirla involontariamente. Tenete sempre pulita la griglia , il passaggio di aria è importantissimo.

Aria calda: Le mandate d’aria calda devono essere sempre lasciate aperte , tranne quella del bagno che può essere gestita con una uscita a regolazione di flusso. Se disponiamo di un riscaldatore ad aria modello AT 2000 ST , le bocchette dovranno essere non piu’ di tre , ma se il riscaldatore comincia ad essere un modello piu’ potente (AT 3900 AT 5500) allora dobbiamo rispettare la sua spinta di aria calda dalle bocchette che devono essere almeno quattro. Altrettanto anomalo l’eccesso di bocchette, se le stesse cominciano ad essere troppe, la spinta dell’aria perde potenza, rallentando e raffreddandosi Notevolmente. Quando accendete il riscaldatore non portate il potenziometro inutilmente alla massima potenza perche non servirebbe a nulla. Una volta acceso, esso va regolato e portato a circa 20 gradi , cioè con la linea bianca a ore 12 senza più doversi preoccupare di nulla, in quanto la gestione del riscaldatore e’ completamente automatica, scalda l’ambiente e modula da sè cercando di tenere costante la temperatura da voi impostata. Quando decidete di abbassare la temperatura non portate il potenziometro rapidamente in posizione zero, altrimenti il riscaldatore interpreterà male la lettura dei gradi e comincierà a soffiare fastidiosissima aria fredda fino ad arrivare alla nuova temperatura da voi impostata. (ricordatevi, l’interuttore di accensione non regola la velocità della ventola ma la gestione di potenza del caldo)


                                                                                                               lo trovi qui

Problemi:
Se il riscaldatore dovesse fermarsi l’interuttore di accensione comincera’ a lampeggiare ,quindi dovremo essere in grado di interpretare il codice lampeggio Al fine di poter individuare quantomeno di quale guasto si tratta.
Ora cerchiamo di capire come leggere i codici dei guasti: Nel centro dell’accensione è presente una spia verde che è normalmente accesa fissa quando il riscaldatore acceso. Se per vari motivi il riscaldatore va in blocco, la spia comincia a lampeggiare con questa frequenza : il numero di lampeggi lenti indica il codice errore, e una serie di lampeggi velocissimi ,indicano la pausa prima di ricominciare il conteggio codice errore. Facciamo un esempio: se la batteria si scarica notevolmente il riscaldatore si blocca con il seguente Codice: F03 che vuol dire sottovoltaggio, quindi quello che vedrete nella spia al centro dell'interuttore di accensione sarà tre lampeggi lenti e cinque velocissimi. questi ultimi servono solo per distinguere la pausa dal codice errore, quindi non vanno mai considerati ne contati.

La lista dei codici errori si trova nel manuale delle istruzioni e descrive chiaramente il guasto con il codice cosi descritto: F01 F02 F03 F04 ecc. ogni numero corrisponde ad un errore

per alcune di queste anomalie e’ possibile un vostro intervento, in altre invece necessita l’intervento di personale webasto qualificato, che con la dovuta strumentazione potra’rilevare il guasto e quindi ripararlo.

Non lasciate mai il mezzo con pochissimo gasolio, in quanto il riscaldatore potrebbe aspirare dello sporco, e non avendo dei filtri molto grossi come quelli del motore potrebbe risentirne e bloccarsi spesso.

Nei periodi estivi, quando il riscaldatore e fermo, date almeno una volta al mese una breve accensione di mezz’ora, questa operazione e’ consigliata al fine di tener pulito il bruciatore interno Dai residui carboniosi e incombusti ( vedi fig. 2) Diffidate da superesperti faidate’ che vi consigliano di regolare continuamente il c.o per la montagna, per la collina o per il mare attraverso metodi strani, cosi rischiate di danneggiare l’elettronica del riscaldatore e non avrete mai il giusto funzionamento. Se mai fosse necessaria una correzione sara’ un centro webasto a stabilirlo con l’apposito analizzatore di gas.

La revisione di un riscaldatore, anche se funzionante e’ consigliata dopo almeno due o tre’ anni, ma se il vostro riparatore di fiducia farà una diagnosi potrete sapere con precisione quante ore il riscaldatore ha funzionato e potrà quindi darvi dei consigli più precisi sul da farsi.

Un centro Webasto Service ha il dovere di intervenire qualora vi trovaste in situazione di emergenza con il riscaldatore, anche se lo stesso non è stato da loro installato.

Norme di garanzia                                            

La garanzia del riscaldatore è di 24 mesi in tutto il mondo, solo se corredata di regolare certificato rilasciato all’acquisto Del prodotto.

La webasto non garantisce ( se non con particolari autorizzazioni loro interne)eventuali problematiche del riscaldatore dovute al montaggio dello stesso.

Un buon caldo a tutti !!

02/11/16

Il camper e il suo peso scritto da Sandro Giusti gruppo "LA LIBERTA' DEL CAMPER"

Il Camper e il suo Peso
                                                          
         
shop


Penso tutti sappiano che in Italia con la sola patente B si possono condurre veicoli fino a 3500 kg di peso complessivo, ai quali è possibile agganciare un rimorchio leggero di 750 kg. Solo se il rimorchio supera i 750 kg (quindi non è più classificato leggero) e il complesso dei due veicoli supera i 3500 kg è necessaria la patente BE. Fatti 100 i camper in circolazione credo di non sbagliare se 90 sono in questa categoria, 9 ne restano al di sotto e 1 solo va oltre richiedendo la patente C. Per dirla tutta di quei 90 probabilmente pochi riescono nella realtà a rispettare questo limite divenuto oramai stretto, specialmente quando si parte carichi per lunghe vacanze. Si dice che prima o poi le norme europee in materia di patenti lo porteranno a 4000 kg ma sono anni che si attende. Nella categoria dei veicoli più leggeri troviamo prevalentemente i camper puri, i cosiddetti furgonati, per i quali le ridotte dimensioni contribuiscono a contenere i pesi, anche se è comunque normale attestarsi tra i 2000 e i 2500 kg. Sempre in questa fascia o leggermente oltre si possono ancora trovare dei mansardati, ma veramente piccoli e in genere vecchiotti. In passato infatti era più facile contenere i pesi, forse perché i veicoli erano decisamente più scarni ed essenziali o forse perché le case costruttrici facevano più attenzione ai costi assicurativi, tariffati in base al peso complessivo. Nella categoria oltre ai 3500 kg si trovano generalmente veicoli di grandi dimensioni e con prestigiosi allestimenti, ma anche normali camper dotati di doppia omologazione, cioè al momento dell'immatricolazione si può scegliere tra due pesi massimi ammissibili in base alle caratteristiche che si desiderano a parità di veicolo.



Con un esempio è più facile comprendere: se mi piace un certo veicolo normalmente prodotto con peso massimo di 3500 kg ma ho la patente C e desidero montare un serbatoio d'acqua supplementare da 150 litri, un portamoto per 150 kg, doppie batterie servizi maggiorate ed avere ancora capacità di carico magari per un gommone a motore da alloggiare nel vano garage ecco che posso chiedere di immatricolarlo a 4000 kg (se previsto dal costruttore). Si tratta di un'opzione raramente richiesta, sia perché le persone munite di patente superiore sono in numero contenuto sia perché il veicolo risulterà più difficile da rivendere come logica conseguenza. Oltretutto queste tipologie di veicoli devono essere sottoposti a revisione tutti gli anni differentemente da veicoli patente B che devono effettuarla dopo 4 anni dall'immatricolazione e successivamente ogni 2. Nella categoria dei veicoli da 3500 kg troviamo praticamente tutte le tipologie di camper: dai puri di generose dimensioni, ai mansardati, ai semintegrali fino ad arrivare ai motorhome. Quando asserisco che pochi camper riescono realmente a rispettare questo limite sto dicendo qualcosa di piuttosto grave: il sovrappeso è infatti un problema serio troppo spesso sottovalutato, magari ricorrendo
shop
allegramente a coperture assicurative che ci garantiscono da possibili rivalse. Sarebbe quindi importante sapere quanto pesa realmente il veicolo anche prima dell'acquisto (ma difficile da mettere in pratica), usato o nuovo che sia. Parlo anche e soprattutto di nuovo perché frequentemente i veicoli a listino sono incredibilmente privi di batteria servizi, hanno il serbatoio delle acque chiare di ridotte dimensioni, non c'è la ruota di scorta, la bombola del gas, ecc. poi con gli optional tutto torna alla normalità! Questo giochino serve per omologare i veicoli con pesi ridotti sulla carta, subito recuperati con le dotazioni a richiesta. Pensate solamente che i passeggeri vanno considerati 68 kg cadauno, metteteci almeno 200 kg di bagagli (stoviglie, scorte alimentari, biancheria, effetti personali, biciclette, tv, ecc.) quindi un camper da sette posti e 7 metri può pesare a vuoto al massimo 2824 kg … fantascienza! Dando per scontato che partiamo da veicoli di per se stessi già molto pesanti è consigliabile quindi fare sempre attenzione a ciò che si carica a bordo, valutando l'effettiva necessità o se esistono soluzioni più "leggere" nonché ripartire uniformemente il carico tenendo il baricentro più in basso possibile, perché viaggiare oltre i limiti non significa solo rischiare una contravvenzione ma affaticare tutto il veicolo o peggio comprometterne la sicurezza.




01/11/16

Estrattore

Buon 1 novembre
.........................
..................e continuano gli esperimenti....
Giusto dimenticavo di dirvelo, finalmente dopo una minuziosa ricerca qualità prezzo ho acquistato 
l 'estrattore.

Di cosa parliamo?Conserva al 100% i nutrienti essenziali insieme con il gusto naturale degli ingredienti per una nutrizione ottimale

L’estrattore di succo è un piccolo elettrodomestico dalla grande funzionalità e qualità, in grado di spremere qualsiasi tipo di frutta e verdura.

Progettato per essere estremamente resistente è ideale per chi vuole gustare il sapore ed il nutrimento che solo la frutta e la verdura fresca possono offrire. Grazie al sistema di spremitura a freddo a 60 giri al minuto, mantiene intatte le proprietà di frutta e verdura, quali enzimi e vitamine. La spremitura, inoltre, non si interrompe mai, il succo ed il materiale di scarto fuoriescono da due diversi condotti, contemporaneamente.

I succhi ottenuti sono VIVI, un’ottima soluzione per chi vuole depurare il proprio organismo, vivere in salute e con più energia.


Quello che vedete nel bicchiere è l'estratto di

1 carota
1 pompelmo
1 gambo di sedano
4 foglioline di menta
1 mela

Questa dose è per 2 persone

buonissimo, mi raccomando quando preparate dei centrifugati abbiate l'accortezza di berli subito per mantenere intatto le proprietà.



Bibita Piero

Ieri ho preparato questa bibita

1 carota 
1 gambo di sedano
1 melagrana
1 arancia
 1 mela

Ai miei ospiti è piaciuta molto, il sapore era molto gradevole


Prima prova con l'estrattore

1 gambo di sedano
2 melegrane 
2 mandarini
1 mela 
1 pezzettino di zenzero

Ottimo, questa è stata la mia cena e il mio palato è stato piacevolmente ripagato.



Le proprietà dello zenzero


Ridurre i livelli di colesterolo nel sangue
Abbassare i livelli di glucosio nel sangue
Alleviare i dolori muscolari
Alleviare i dolori mestruali
Favorire la digestione
Calmare nausea e vomito
Prevenire le infezioni
Lenire le infiammazioni
Riscaldare l’organismo
Calmare il mal di gola
Fluidificare il sangue                                                                         
 Ridurre i dolori artritici
Combattere il diabete
Calmare il mal di testa
Alleviare la tosse
Distendere i muscoli
Accelerare il metabolismo
Migliorare la circolazione
Prevenzione del tumore al colon retto
Rafforzare le energie maschili, viagra naturale
Sciogliere il muco
Prevenire raffreddore e influenza