18/05/16

Il Nespolo (nespolo giapponese) i frutti dimenticati

Il Nespolo 

(nespolo giapponese)


Grazie a fibre e potassio, i suoi frutti sono un integratore naturale contro rtitenzione e cellulite,
Ama il clima mite del sud, ma se in posti riparati anche al centro nord le piante resistono bene.

E' un albero imponente e può raggiungere un'altezza di circa 10 metri è sempreverde ed è adatto ad ombreggiare giardini e parchi. 
Apprezzato per i suoi frutti che si raccolgono ancora acerbi da aprle a inizio giugno.
Le nespole sono frutti utili alla salute di fegato, intestino e cavo orale
Le nespole hanno proprietà antinfiammatorie e diuretiche; aiutano a regolare la funzionalità intestinale e quella epatica e sono un blando antipiretico.
I frutti maturi hanno proprietà lassative mentre quelli non maturi hanno, al contrario, proprietà astringenti.
Le nespole contengono vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C. Sono, inoltre, ricche di acido formico, una nota fibra alimentare; grazie a questa sostanza, le nespole hanno un ottimo potere saziante e sono dunque molto utili in caso di diete dimagranti. Hanno poche calorie e contengono moltissimi minerali.

In questo periodo si possono piantare i semi.
Una volta estratti dal frutto lasciarli asciugare per qualche giorno, quindi piantateli in vasetti alla profondità di un centimetro, tenendola riparata dall'aria e dal sole diretto.Quando la piantina sarà cresciuta trasportatel in vasi sempre più capienti fino al trapianto in piena terra.

La ricetta della marmellata di nespole.
Ingredienti:
un chilo di nespole giapponesi,
800 grammi di zucchero integrale di canna,
una mela.
Preparazione: 
lavare, snocciolare e sbucciare la frutta prima di tagliarla a pezzetti e metterla in una capiente pentola. Mettere sul fuoco e aggiungere lo zucchero; portare a bollore sempre mescolando e continuare poi la cottura a fuoco basso fino a ottenere la consistenza desiderata; in genere, ci vogliono circa 40 minuti.
Quando la marmellata di nespole così ottenuta è ancora calda, metterla nei vasetti, che vanno tappati e tenuti - rovesciati - su una superficie, finché non si saranno completamente raffreddati.

16/05/16

Camper Chef Road: In zir par la Rumagna

Camper Chef Road: In zir par la Rumagna: In zir par la Rumagna  con il  Camper club il gabbiano di romagna Come ogni anno il camper club organizza per i soci un'usc...

12/05/16

In zir par la Rumagna

In zir par la Rumagna 

con il 

Camper club il gabbiano di romagna



Come ogni anno il camper club organizza per i soci un'uscita in giro per la nostra bella romagna.
Quest'anno il nostro vagabondare ci ha portato a Montecerignone dove siamo stati accolti dall'incaricata della pro loco signora Adriana che ci attendeva davanti alla torrefazione di uno dei caffè più buoni e rinomati della nostra terra. 
"Il caffè Pascucci "
Il signor Berto Pascucci ha messo a disposizione la sua azienda e ci ha mostrato dalla pianta al chicco tutti i procedimenti fino ad arrivare all'assaggio del caffè

un caffè che lui stesso ha preparato per tutti noi.
Abbiamo visitato il suo ufficio e di li ci ha mostrato la casa di Umberto Eco.
E dopo avere fatto un pò di shopping la guida ci ha condotto alla scoperta di questo incantevole paesino che porta il nome di Montecerignone.






Avvicinandoci al paese il sorriso è apparso sulle nostre labbra nel vedere la bellezza di questo antico borgo, che presenta ancora la sua struttura quattrocentesca pressoché intatta, ci ha fatto ritornare con la mente a tempi lontani, tempi di dame e cavallieri.


Situato al centro del Montefeltro, Montecerignone sporge su uno sperone di roccia nel mezzo di una piccola valle dove il fiume Conca scorre da sempre,il borgo si trova a un  altitudine di 563 metri s.l.m, è facilmente raggiungibile da Cattolica (30 Km), Rimini (36 Km), San Marino (20 Km), San Leo (15 Km), Urbino (40 Km), Pesaro (48 km). Una visita al paese è senz'altro consigliabile per la bellezza dell'abitato che presenta ancora pressoché intatta la struttura urbanistica quattrocentesca. Al centro del paese si trova Piazza Clementina, che ricorda i natali di Giovanni Vincenzo Ganganelli, il futuro Papa Clemente XIV.
Percorrendo il "vicolo" si trovano quasi allineate la  Ex Chiesa di S. Caterina fatta erigere dai Cavalieri del Sovrano Militare Ordine di Malta, ora divenuta sala polivalente , la seicentesca Chiesuola di S. Maria del Soccorso dove si conservano una Madonna in trono e due tele ogivali attribuite al Vivarini, infine la Chiesa Parrocchiale di S. Biagio, patrono del paese e protettore della gola (festeggiato il 3 febbraio), dove viene conservata una preziosa Croce Latina del XII secolo che la tradizione vuole portata dai Crociati di ritorno dalla Terra Santa da cui ebbe origine l'antichissima Fiera di S. Croce del 4 Maggio (ora prima domenica di maggio).Notevole è la Rocca, le cui origini rimontano al XII secolo, ben conservata, che attualmente ospita il municipio. 





La Rocca

Se per tanti edifici fatti dal Duca Federico d´Urbino, Vespasiano da Bisticci usa il termine Rocca, questo solo non è sufficiente a definire quello di Montecerignone detta invece "Rocca e Casa"
La definizione fa trapelare la consistenza e l´importanza della costruzione, elementi questi documentati dalle vicende storiche della località. Montecerignone fu importante centro sin dai tempi del dominio malatestiano, sotto cui, oltre al consolidamento della Rocca vennero anche ampliate le mura. Col passaggio ai Montefeltro dopo la sconfitta dei Malatesta (1464), si parla di interventi di ristrutturazione della Rocca, con la ricorrente supposizione di un progetto di Francesco di Giorgio.L´edificio si presenta oggi come un corpo compatto, al di sopra dell´antico castello, recinto lungo tutto il bordo delle mure da due rampe di accesso. Nonostante le trasformazioni effetuate nei secoli  XVII e XIX, l´immagine quattrocentesca della costruzione è rimasta pressochè inalterata ed impone il problema urgente della sua salvaguardia e di un corretto riuso dell´ interessante complesso.

La Rocca è strutturata su tre piani. Il sotterraneo è costituito da un ampio salone con volta a botte, in mattoni, ed una pavimentazione in cotto pesto, dall’atmosfera calda e accogliente.
Dal sotterraneo si raggiunge l’atrio del primo piano, attraverso una scala interna in pietra o attraverso la gradinata esterna. L’atrio è suddiviso in due parti, un cortile aperto e luminoso e un loggiato coperto, ideale per buffet e aperitivi.
Dal loggiato si accede ad una attrezzata sala per conferenze, con volte a crociera, e ad una cucina spaziosa. Un delizioso giardino pensile, dominato dal busto di Uguccione della Faggiola, chiude armonicamente lo spazio del primo piano.
Il piano nobile è costituito da un salone per ricevimenti o conferenze, ampio e luminoso, dalle linee sobrie ed eleganti. Finestre rinascimentali con sedute laterali in pietra illuminano la sala durante il giorno, con una splendida vista sul monte Carpegna, su piazza Begni e sulla valle del fiume Conca.
La rocca di Montecerignone è un luogo particolare, un’architettura d’altri tempi che ha mantenuto inalterato nei secoli il suo particolare fascino, capace di accogliere e ospitare dentro i suoi eleganti ambienti ogni evento e manifestazione. Il complesso, cuore del centro storico, si raggiunge da piazza Begni, vero gioiello di architettura urbanistica, attraverso archi a sesto acuto ed un’ampia scala che conduce al sotterraneo e ai saloni dei piani nobili.

Monte Cerignone




Rievocazione storica con corteo e palio 
l'evento dovrebbe iniziare venerdì 8 luglio 2016 .
 giornate fantastiche in un borgo medievale del Montefeltro nel secolo XIII.

Montecerignone sarà catapultata in un'epoca così lontana da farci completamente dimenticare, per tutto il corso delle due giornate, il trambusto della vita moderna.

Per tutto il corso delle giornate si aggireranno giullari, predicatori, cartomanti, trampolieri, mangiafuoco e i falconieri faranno volare in alto nel cielo i loro falchi.

Saranno presenti bancarelle di artigianato tipico e artistico; verranno allestite botteghe di antichi mestieri ormai dimenticati...e, per il piacere del palato, verranno aperte le caratteristiche cantine medievali dove gustare piatti tipici del luogo.

Pro Loco di Monte Cerignone
Tel. 0541.978877 - 349.5823397

Ringraziamo la signora Adriana che che ci ha salutato con un ricco buffet e aperitivo per poi passare al ristorante dove la signora Clementina ci attendeva per la cena. 
agosto
13-14 e 15 agosto
Sagra de Brusteng - Festa paesana, con stand gastronomici, giochi, orchestra e animazione varia 




Umberto Eco
                                                                   
Da oggi a Monte Cerignone mancherà qualcosa.
Non dimenticheremo mai una persona così vera, semplice, libera, e dallo spessore morale infinito. Un gigante di cultura e intelligenza.
Siamo orgogliosi di averti ospitato per tanto tempo qui da noi.
Ciao Umberto.

Il Sindaco, l’Amministrazione Comunale e tutti i cittadini di Monte Cerignone.

Monte Cerignone, 19 febbraio 2016























11/05/16

Pulizia ordinaria della Truma c di Sandro Giusti TANTA STRADA IN CAMPER GROUP

Pulizia ordinaria della Truma c di Sandro Giusti         
TANTA STRADA IN CAMPER GROUP



Ciao amici  vado un attimo a spiegare semplicemente la pulizia ordinaria della truma C che poi e' molto piu' semplice rispetto alla S poiche' il bruciatore e' autopulente.
Anche per le stufe Combi e Trumatic C, le operazioni di pulizia possono migliorare l’efficienza generale. Sarà quindi utile pulire la ventola di distribuzione aria togliendo la griglia frontale: la ventola sporca, la lanuggine, i peli di animali o altre impurità possono ridurre il volume d’aria forzato verso le bocchette, aumentare i tempi necessari a riscaldare l’ambiente e generare un maggior consumo di gas e corrente.
Tra le verifiche di funzionamento si dovrà effettuare un’accensione di prova almeno per 30 minuti in funzione invernale. Inoltre è molto importante controllare il buon funzionamento della valvola di scarico provando a scaricare manualmente l’acqua. Questo componente (che nei modelli più recenti è a corrente nulla) è una valvola di scarico di sicurezza che ha una funzione antigelo dell’acqua presente nella Combi, ma anche un controllo della sovrappressione. In caso di pericolo di gelo, cioè quando la temperatura ambiente dell’abitacolo scende a circa 3 °C, la valvola si apre in automatico e attraverso un bocchettone di scarico svuota verso l‘esterno il contenuto d‘acqua del boiler.
foto di Sandro Giusti.
foto di Sandro Giusti.

10/05/16

Funzionamento frigo trivalente e manutenzione di Sandro Giusti tanta strada in camper group

Funzionamento frigo trivalente 

e manutenzione

Problemi con il frigo sul camper?
Questa è la spiegazione che vi aiuterà a capire come funzionano i nostri frigo e perché in estate non funzionano a dovere, con alla fine alcuni consigli per farli funzionare meglio.
Vi siete mai chiesti come si possa ottenere freddo da una sorgente di calore? È il principio sul quale lavorano i nostri frigo. Basilarmente è lo stesso che possiamo notare quando bagnando una mano si prova poi una sensazione di freschezza per tutto il tempo in cui l’acqua evapora. Quindi deduciamo che l’evaporazione sottrae calore, nei frigo il processo avviene in una serpentina dove l’ammoniaca evapora o meglio,prima viene scaldato per portarla allo stato gassoso, poi condensata nella parte superiore e allo stato liquido passa poi all’interno del frigo dove tramite l’idrogeno evapora raffreddando.
Come funziona.
L'unità si compone di quattro parti principali: la caldaia, il condensatore, l'evaporatore (interno al frigo) e il dispositivo di assorbimento. Quando l'unità funziona a gas, il calore è assicurato da un bruciatore. Nel funzionamento ad elettricità, il calore è prodotto da una resistenza inserita nella caldaia.
La carica è composta da una miscela di ammoniaca, acqua e idrogeno. Questi sono ad una pressione sufficiente per far condensare l'ammoniaca alla temperatura ambiente. Quando viene riscaldata,nella caldaia si producono vapori d'ammoniaca e acqua che salgono fino al condensatore. il vapore acqueo si condensa prima e ritorna nuovamente dentro la caldaia, lasciando che il vapore asciutto di ammoniaca passi nel condensatore. Il condensatore è dotato di alette di raffreddamento che contribuiscono a far raffreddare il vapore di ammoniaca a mezzo dell'aria che circola esternamente. Il processo di condensazione porta alla formazione di ammoniaca liquida che, a sua volta, viene convogliata nell'evaporatore.
Nell'evaporatore confluisce idrogeno. L'idrogeno passa attraverso lo strato di ammoniaca. Ciò produce l'effetto di abbassare la pressione del vapore di ammoniaca, abbastanza da permettere che l'ammoniaca liquida passi allo stato gassoso. L'evaporazione dell'ammoniaca estrae molto calore dall'evaporatore. Ciò, a sua volta, estrae calore dal comparto per alimenti ove lo stesso è posizionato, abbassando quindi la temperatura all'interno dell'intero frigorifero.
La miscela allo stato di vapore fra ammoniaca ed idrogeno passa dall'evaporatore al dispositivo di assorbimento. Un gocciolamento continuo di soluzione debole di ammoniaca (l’acqua che torna nella caldaia) entra nella parte superiore del dispositivo di assorbimento. L'alimentazione avviene per gravità . Questa soluzione debole scende attraverso il dispositivo di assorbimento. Entra quindi in contatto con la miscela gassosa di ammoniaca e idrogeno ed assorbe rapidamente l'ammoniaca dalla miscela. L'idrogeno alleggerito dal carico di ammoniaca risale quindi nell'evaporatore. L'idrogeno circola continuamente fra dispositivo di assorbimento ed evaporatore.
La miscela di ammoniaca che si produce all'interno del dispositivo di assorbimento scende nel contenitore sottostante e, successivamente rientra nella caldaia, completando così il ciclo di funzionamento.
Questo ciclo è continuo, fino a che si produce calore nella caldaia. Un termostato che controlla la fonte di calore regola la temperatura dello spazio refrigerato.
Tenuto conto che il liquido refrigerante è ammoniaca, si possono ottenere temperature con uno sbalzo di 40° rispetto alla temperatura esterna.
La manutenzione
La manutenzione è normalmente abbastanza semplice. Il bruciatore ed il tubo di scarico devono essere mantenuti puliti e la fiamma deve essere azzurra,senza odori di gas combusti. In caso si senta puzza di gas bruciato dopo aver pulito il camino è opportuno vuotare il fondo della bombola gas, dove potrebbe essere rimasto gas scadente.
Prima di metterlo in esercizio, il frigorifero dovrebbe essere attentamente livellato. Una pendenza eccessiva impedisce il funzionamento.
I consigli per un buon rendimento
Quando si parcheggia il veicolo il frigo va esposto a nord, in modo che il sole non scaldi l’intercapedine.
Infatti il calore impedisce al condensatore di fare il suo lavoro, per questo si ricorre all’aiuto delle ventole, che vanno posizionate in modo da creare un flusso di aria dal basso verso l’alto e possibilmente tra condensatore e assorbitore. purtroppo i kit in vendita tendono ad estrarre l’aria dall'intercapedine senza che la maggior di essa parte passi dal circuito, e se non si lasciano sempre accese tendono a bloccare il flusso naturale dell’aria, in quanto tappano la griglia.
La differenza termica tra freezer e temperatura ambiente deve risultare di 40°c con il termostato al massimo. Il termostato regola infatti la fiamma o l’elettricità, quindi se la fiamma vi resta sempre al minimo controllate il meccanismo nella manopola di regolazione temperatura, magari un colpo può averlo spostato.
Se tutto questo è a posto e comunque il frigo non funziona significa che la miscela all’interno si è deteriorata. In questo caso dopo averlo smontato con la cura di isolare i fili e il gas si può provare a capovolgerlo piu’ volte, ma solo nel 30% dei casi si risolve il problema. Una altra soluzione è ricaricarlo, in quanto a comperarlo usato può dare gli stessi problemi.
Ovviamente prima di spendere 1000 euro per un frigo nuovo che magari funziona come quello che avete controllate tutti questi dettagli.

Sagra della Canocchia e della Seppia

A Porto Garibaldi (Fe) dal 20 al 29 maggio la 6° Sagra della Canocchia e della Seppia

Il Programma della Sagra 2016


Venerdì 20 maggio

ore 20,00 CIRCOLO ANMI – VIA ANITA 3 Anteprima Sagra 2016 Cena di beneficenza – promossa in collaborazione con il Gruppo “Costantini-Guidi” Anmi-Associazione Nazionale Marinai d’Italia di Porto Garibaldi – il cui utile verrà destinato a favore della locale Parrocchia. In tavola: Insalata di Mare; Cannelloni di pesce al sugo di Seppia; Grigliatina di sfiziosità dell’Adriatico. Costo: euro 25,00 a persona (bevande escluse); menu bimbi (Maccheroncini al sugo; Cotoletta con patatine fritte) euro 12,00. Info&Prenotazioni 345 6065432

Sabato 21 maggio

ore 9,30 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nel Delta del Po con pranzo a bordo e menu speciale (risotto alle canocchie; fritto misto di pescato dell’Adriatico; brazadela; vino, acqua). Costo: euro 35,00 adulti; euro 15,00 bambini da 6 a 12 anni. Rientro ore 15,00 circa. Info: tel. (+39) 393 3765759

ore 16,00 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nelle Valli di Comacchio con aperitivo a bordo (brazadela e bicchiere di vino). Costo: euro 10 adulti; euro 5 bambini da 3 a 12 anni. Rientro ore 17,30 circa. Info: tel. (+39) 393 3765759

ore 16,30 RETIFICIO MARINA L’Arte del Ramaglio dimostrazione pratica gratuita di costruzione e riparazione di reti da pesca. Fino alle 18,30.

ore 17,00 PORTOCANALE Pescherecci Aperti visite guidate e gratuite direttamente a cura dei pescatori alle diverse tipologie di imbarcazioni operanti nella marineria di Porto Garibaldi: “Nicola Palanca” (pesca a strascico); “Socrate/Elia” (pesca ‘volante’); “Free Willy” (pesca ‘da posta’). Fino alle 18,30.

ore 17,00 PALCO CENTRALE Ritmi di Zumba, a cura di Mad Dany

ore 17,30 INFO POINT SAGRA Il Porto Canale Racconta Passeggiata guidata e gratuita alla scoperta dei luoghi della pesca di Porto Garibaldi.

ore 17,30 PALCO CENTRALE Ju Jitsu Dimostrazione di arti marziali a cura dei maestri Diurno

ore 18,00 PARCO DI VILLA BELLINI Arte in Jazz Aperitivo musicale con “Luca di Luzio Blue Room Trio” (Luca di Luzio, chitarra; Sam Gambarini, organo hammond; Max Ferri, batteria) e degustazione di ‘vini delle sabbie’ e prodotti della nostra marineria.

ore 21,30 PALCO CENTRALE The Cadillac in concerto rock & roll e boogie degli anni ‘50/60

ore 21,30 PALCO ZONA TRAGHETTO Insoniko cover music live

ore 23,30 DARSENA PORTOCANALE GRANDIOSO SPETTACOLO PIROMUSICALE

Domenica 22 maggio

ore 9,30 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nel Delta del Po con pranzo a bordo e menu speciale (risotto alle canocchie; fritto misto di pescato dell’Adriatico; brazadela; vino, acqua). Costo: euro 35,00 adulti; euro 15,00 bambini da 6 a 12 anni. Rientro ore 15,00 circa. Info: tel. (+39) 393 3765759

ore 10,00 INFO POINT SAGRA Pedalata della Canocchia ciclo-escursione guidata nelle Valli di Comacchio (km. 18 complessivi). Costo: euro 20,00 a persona, compreso pranzo allo stand gastronomico (menu: primo piatto a scelta; fritto misto o seppie, piselli e polenta+bicchiere di vino e mezzo litro d’acqua) Offerta Famiglia (due adulti + 1 under 13) euro 50,00. Info&Prenotazione (obbligatoria): tel. (+39) 329 9341581

ore 16,00 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nelle Valli di Comacchio con aperitivo a bordo (brazadela e bicchiere di vino). Costo: euro 10,00 adulti; euro 5,00 bambini da 3 a 12 anni. Rientro ore 17,30 circa. Info: tel. (+39) 393 3765759

ore 16,30 RETIFICIO MARINA L’Arte del Ramaglio dimostrazione pratica gratuita di costruzione e riparazione di reti da pesca. Fino alle 18,30.

ore 17,00 PORTOCANALE Pescherecci Aperti visite guidate e gratuite direttamente a cura dei pescatori alle diverse tipologie di imbarcazioni operanti nella marineria di Porto Garibaldi: “Nicola Palanca” (pesca a strascico); “Socrate/Elia” (pesca ‘volante’) e “Free Willy” (pesca ‘da posta’). Fino alle 18,30.

ore 17,00 PORTOCANALE MEINE ROMAGNA Festa dell’accoglienza per gli ospiti di lingua tedesca, ma non solo: degustazione di pescato dell’Adriatico cucinato con il maxipadellone della Festa dell’Ospitalità di Porto Garibaldi e la collaborazione della XVIII Sagra dell’Anguilla (Comacchio 23 settembre 9 ottobre 2016).

ore 18,00 PALCO CENTRALE Methaphysical Body on stage Hip Hop di Valentina Rasi; Danza Creativa di Marideva; Power Bound e Kangoo Jump di Violetta e Fitness Dance di Daniela Bizzotto.

Sabato 28 maggio

ore 9,30 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nel Delta del Po con pranzo a bordo e menu speciale (risotto alle canocchie; fritto misto di pescato dell’Adriatico; brazadela; vino, acqua) Costo: euro 35,00 adulti; euro 15,00 bambini da 6 a 12 anni. Rientro ore 15,00 circa. Info: tel. (39) 393 3765759

ore 16,00 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nelle Valli di Comacchio con aperitivo a bordo (brazadela e bicchiere di vino). Costo: euro 10,00 adulti; euro 5,00 bambini da 3 a 12 anni. Rientro ore 17,30 circa. Info: tel. (+39) 393 3765759

ore 16,30 RETIFICIO MARINA L’Arte del Ramaglio dimostrazione pratica gratuita di costruzione e riparazione di reti da pesca. Fino alle 18,30.

ore 17,00 PORTOCANALE Pescherecci Aperti visite guidate e gratuite direttamente a cura dei pescatori alle diverse tipologie di imbarcazioni operanti nella marineria di Porto Garibaldi: “Nicola Palanca” (pesca a strascico); “Socrate/Elia” (pesca ‘volante’) e “Free Willy” (pesca ‘da posta’). Fino alle 18,30.

ore 17,00 PORTOCANALE Meeting di Pugilato manifestazione di boxe a cura di Pugilistica Padana e Asd Ferrara Boxe.

ore 17,30 INFOPOINT SAGRA Il PortoCanale Racconta passeggiata guidata e gratuita alla scoperta dei luoghi della pesca di Porto Garibaldi.

ore 17,30 PALCO CENTRALE Muovidance a cura di Asd Muovidea

ore 18,00 PARCO DI VILLA BELLINI Arte in Jazz aperitivo musicale con “Barioca Trio” (Chica Piazzolla, voce; Luca di Luzio, chitarra; Flavio Piscopo, percussioni) e degustazione di ‘vini delle sabbie’ e prodotti della nostra marineria.

ore 21,30 PALCO CENTRALE 60 Lire in concerto musica anni ‘60/80

ore 21,30 PALCO ZONA TRAGHETTO Chiusi per Turno music live sound music live ‘60/80

Domenica 29 maggio

ore 9,30 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nel Delta del Po, con pranzo a bordo e menu speciale (risotto alle canocchie; fritto misto di pescato dell’Adriatico; brazadela; vino, acqua) Costo: euro 35,00 adulti; euro 15,00 bambini da 6 a 12 anni. Rientro ore 15,00 circa. Info: 393 3765759

ore 10,00 INFOPOINT SAGRA Pedalata della Canocchia ciclo-escursione guidata nelle Valli di Comacchio (km. 18 complessivi). Costo: euro 20,00 a persona, compreso pranzo allo stand gastronomico (menu: primo piatto a scelta; fritto misto o seppie, piselli e polenta+bicchiere di vino e mezzo litro d’acqua) Offerta Famiglia (due adulti+1 under 13) euro 50,00. Info/Prenotazione (obbligatoria) tel. (+39) 329 9341581

ore 16,00 MOTONAVE DALI’ Escursione in Motonave nelle Valli di Comacchio con aperitivo a bordo (brazadela e bicchiere di vino). Costo: euro 10,00 adulti; euro 5,00 bambini da 3 a 12 anni. Rientro ore 17,30 circa. Info: tel. (+39) 393 3765759

ore 16,30 RETIFICIO MARINA L’Arte del Ramaglio dimostrazione pratica gratuita di costruzione e riparazione di reti da pesca. Fino alle 18,30.

ore 17,00 PORTOCANALE Pescherecci Aperti visite guidate e gratuite direttamente a cura dei pescatori alle diverse tipologie di imbarcazioni operanti nella marineria di Porto Garibaldi: “Nicola Palanca” (pesca a strascico); “Socrate/Elia” (pesca ‘volante) e “Free Willy” (pesca ‘da posta’). Fino alle 18,30.

ore 17,00 PALCO CENTRALE Ritmi di Zumba a cura di Mad Dany

ore 17,30 PALCO CENTRALE Easy Dance a cura di Stefan & Adriana

E ancora

Ogni sabato e domenica dalle 9,30 lungo il PortoCanale ed in viale Ugo Bassi, tante coloratissime bancarelle di expo commerciale, prodotti tipici locali e di altre regioni italiane, mercatino del riuso, dell’arte e dell’ingegno.

Ogni sabato e domenica, dalle 9,30 alle 23,00 di fianco allo Stand Gastronomico, area nursery a cura di ‘La Fata e l’Elfo’.

Arte & Sapori a Villa Bellini
Ogni sabato (dalle 14 alle 20) e domenica (dalle 9,30 alle 20) il Parco di Villa Bellini si trasforma in atelier-expo d’arte ‘en plein air’ ospitando pittori che esporranno e dipingeranno sotto gli occhi del pubblico. Inoltre, ogni domenica alle 11,30 e 18, degustazione di ‘vini delle sabbie’ e prodotti della nostra marineria.

La Sagra al Ristorante
Ogni sabato e domenica nei ristoranti e stabilimenti balneari che aderiscono all’iniziativa (“Apollo”; “Astor”; “Bologna”; “Due Stelle”; “Europa”; “Minerva”; “Morris”; “Nettuno”; “Paradiso”; “Quelli di Flip”; “Roma” e “Sole”) piatto-degustazione di sedanini alle canocchie a 8 euro.

Magnavacca – La Marina
Ogni sabato e domenica, dalle 10,30 alle 23, mostra fotografica di antiche immagini della spiaggia di Porto Garibaldi, a cura della ‘Famìa ad Magnavaca’.


Il Menu dello Stand Gastronomico della Sagra 2016
Ogni sabato e domenica dalle 11,30 alle 14,30 e dalle 19 alle 21,30


ANTIPASTI
Zuppa di Cozze: euro 4,00
Antipasto Seppie & Mare: euro 7,00

PRIMI PIATTI
Sedanini alle Canocchie: euro 7,00
Sedanini alla Magnavacante (con Seppie, Gamberi e Cozze): euro 7,00

SECONDI PIATTI
Seppie & Piselli con Polenta: euro 8,00
Fritto Misto: euro 8,00
Gratinato della Sagra (Canocchie e Seppie ripiene, Capasanta): euro 10,00

CONTORNI
Patatine Fritte: euro 2,50
Insalata Mista: euro 2,50

DESSERT
Canocchia di Pastafrolla: euro 2,00
Torta del Sole: euro 2,00
Sorbetto: euro 2,00

BEVANDE
Bicchiere di Vino 0,2 lt.: euro 1,00
Bottiglia di vino “Sagra della Canocchia e della Seppia” 0,75 lt.: euro 7,00
Acqua 0,5 lt.: euro 1,00
Birra alla Spina 0,3 lt.: euro 2,50
Bibita in lattina: euro 2,00

Pane, bavaglio, posate e Salvietta: euro 1,00


09/05/16

Toast di melanzane


Toast di melanzane





Tempo di cottura: 20 minuti circa

Ingredienti: 

Melanzane, pane grattato, parmigiano grattugiato, formaggio tipo galbanino, aglio, prezzemolo, pomodorini, origano, pepe, sale, olio, salumi a piacere (prosciutto cotto o crudo, speck o salame)

Procedimento: 

Grigliare le melanzane precedentemente affettate in un tegame con Euro Wonder Cooker
.
In una ciotola unire: 
pane grattato, parmigiano, aglio, prezzemolo, pomodorini, pepe sale, olio. Mettere un filo d'olio sul fondo della pentola e disporre le fette di melanzane. 
Su ogni fetta aggiungere un pezzo di formaggio galbanino, disporre la mollica condita e mettere una fetta di salume a piacere e chiudere il tutto con una fetta di melanzana cospargendole con filo d'olio, parmigiano, sale e origano. 
Cuocere con Euro Wonder Cooker  fino a che il formaggio non si fonde.

La Rocchetta Mattei

La Rocchetta Mattei
Cesare Mattei nacque a Bologna l'11 gennaio 1809 da famiglia agiata, e crebbe a contatto con i massimi pensatori dell'epoca come Marco Minghetti, Antonio Montanari, Rodolfo Audinot e Paolo Costa. Nel 1837 fu uno dei fondatori della Cassa di Risparmio in Bologna. Ricevette il titolo di Conte nel 1847 da papa Pio IX a fronte di una donazione terriera in quel di Comacchio, la fortezza di Magnavacca (ora Porto Garibaldi), che avrebbe aiutato lo stato pontificio a fermare l'avanzata austriaca. Venne nominato Deputato al Consiglio di arruolamento della Guardia Civica Bolognese con il grado di tenente colonnello e capo dello Stato Maggiore, carica che venne poi abbandonata in quanto eletto, nel 1848, deputato al Parlamento di Roma. La morte della madre nel 1844 lo provò duramente, se la prese in particolar modo con la medicina classica dell'epoca che, a suo dire, non seppe fare nulla per curare la madre ne per alleviarne il dolore che accompagnò la sua malattia. Per questo, lasciati i rapporti sociali e la politica, si ritirò nella tenuta di Vigorso ed iniziò a studiare una "nuova medicina" che fosse maggiormente efficace. Nel 1850 acquistò i terreni dove sorgevano le rovine dell'antica rocca di Savignano e il 5 novembre dello stesso anno pose la prima pietra del castello che avrebbe chiamato "Rocchetta", dove si stabilì definitivamente a partire dal 1859 dirigendone personalmente la costruzione . Fino alla fine della sua vita Cesare Mattei proseguì i lavori, apportando continue modifiche e interventi che si svilupparono in diverse fasi e vennero definitivamente portati a termine, dopo la sua scomparsa, dal figlio adottivo Mario Venturoli. Per il Conte Mattei la Rocchetta fu il luogo nel quale fece il viaggio verso un sapere ben preciso: egli dedicò quasi tutta la vita allo studio di una scienza medica empirica, denominata Elettromeopatia, che praticava presso il castello e che lo portò a giungere ad una fama mondiale nel ventennio 1860-1880. Il Venturoli ed in seguito gli eredi continuarono aprodurre e distribuire i "Rimedi Mattei" fino al 1959 quando per vari motivi chiusero i laboratori. Per quanto attiene al Castello della Rocchetta, dopo vari tentativi di cederlo al Comune di Bologna o ad altri enti, conclusero le vendita con un commerciante locale Primo Stefanelli detto "Il Mercantone" . Quest'ultimo dopo aver aggiunto particolari inesistenti in precedenza come prigioni, pozzo a rasoio ecc. lo gestì come attrazione fino a quando non venne chiusa per problemi di stabilità e sicurezza. Nel 2005 la Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna (Carisbo) acquistò il castello e dopo un accurato studio progettuale ne iniziò il consolidamento ed un fedele restauro giunto a tuttoggi a circa 2/3 del totale. Da Agosto 2015, la parte ristrutturata, è stata riaperta al pubblico secondo un accordo siglato da Fondazione, Comune di Grizzana Morandi, Proloco di Riola e supporto delle altre associazioni del paese.(db)
  
 
per informazioni e prenotazioni: www.rocchettamattei-riola.it  guarda il video di vergato news24  foto e testi sono proprieta' di rocchettamattei-riola.it

05/05/16

Oggi parliamo di...


A primavera consuma insalate di erbe spontanee, frutti rossi e cereali antichi, aiutano a riattivare intestino e rinvigorire le difeseimmunitarie. 

03/05/16

POLLO SURGELATO IN PEZZI con i coperchi E.W.C.



POLLO SURGELATO IN PEZZI 
con i coperchi E.W.C.


Accendete il fornello a fuoco medio.
Mettete í pezzi di pollo surgelato nella pentola, coprite con i coperchi Euro Wonder Cooker e mettetela sul fuoco.

Cucinate la carne per 10/12 minuti.
Togliete la pentola dal fuoco  e girate i pezzi di pollo.

Rimettete L'Euro Wonder Cooker e cuocete  il pollo per altri 10 minuti.

g) Togliete la pentola dal fuoco e aspettate 5/10minuti prima di togliere L'Euro Wonder Cooker.

Lo Sposalizio del Mare Cervia 6-7-8 maggio 2016


Lo Sposalizio del Mare

Cervia 6-7-8 maggio 2016

Lo Sposalizio del Mare è per Cervia non solo una celebrazione rituale, ma la mirabile espressione della vitalità di una terra, che nell’indissolubile legame con il mare trova le sue origini e si proietta nel futuro.
Il 572mo Sposalizio del Mare enfatizza le origini leggendarie ed i suoi rapporti con la tradizione veneziana. Attraverso incontri e spettacoli sullo Sposalizio del Mare rivivrà la storia di Cervia.

Il video della Pesca dell’Anello 2015


“La Sensia” sin dal 1445

La “Sensia”, come la chiamano ancor oggi i più anziani, era il grande rito che insieme riuniva e univa tutta la città, nella speranza che l’anello gettato dal vescovo in mare venisse ripescato, segno di buon presagio per i pescatori, la campagna salifera, i frutti della terra e una buona presenza estiva dei bagnanti. È un’antica usanza che risale al 1445 e che da allora si celebra a Cervia, attirando ogni anno lungo i viali, sul molo e sulle barche, migliaia di spettatori.

 L’antico rito dello Sposalizio

Lo Sposalizio del Mare si festeggia dal XV secolo e ogni volta ricrea un’atmosfera ricca di emozioni, che proviene dal profondo significato umano e religioso del rito, simbolo dell’unione feconda di Cervia con il suo mare. L’indissolubilità del legame fra la nostra città e il mare è un elemento naturale e vitale: nei secoli scorsi per la produzione del sale e la pesca, ora e nel futuro per l’importanza turistica.

Programma di sabato 7 maggio

Ore 11 Magazzino del Sale Torre
APERTURA UFFICIALE DELLA 572^ EDIZIONE DELLO SPOSALIZIO DEL MARE CON LA DELEGAZIONE OSPITE DI BADEN BEI WIEN (AUSTRIA)
Consegna dell’anello da parte della città ospite, accompagnata dalle musiche di LaCorelli

Dalle ore 16 alle ore 19 Piazzale dei Salinari
CENTRA L’ANELLO
Archery Open Day: approccio al tiro con l’arco, aperto a tutti.
A cura della Compagnia Arcieri di Cervia

Ore 16.30 dalla Torre San Michele
RACCONTARE IL MARE: STORIE DI IERI E DI OGGI
Passeggiata patrimoniale nel mondo dei marinai e dei pescatori di Cervia, per scoprire la storia di queste famiglie mentre si respirano l’aria di mare, gli odori del pesce appena pescato, delle cozze da pulire e delle reti che asciugano al sole.
A cura dell’Ecomuseo del Sale e del Mare di Cervia

Ore 18 Piazza Pisacane
LE NOTE DI BADEN BEI WIEN PER LA CITTA’ DEL SALE
Concerto della Jungen Badener Musikfreunde, rappresentata dalle musiciste Carola Krebs, Kathi Dobrovich e Maria Kasznia
In caso di maltempo l’evento si svolgerà al Magazzino del Sale

Ore 21 Magazzino del Sale Torre
CONCERTO PER I 572 ANNI DELLO SPOSALIZIO DEL MARE
Con la Grande Orchestra Città di Cervia diretta dal maestro Fulvio Penso


Tutti i giorni

MOSTRE D’ARTE
La mostra “Mare/cielo” per suggestioni uniche
Il mare è il protagonista affascinante della mostra fotografica che lo riprende nella sua natura immutevole e nei suoi aspetti sempre mutevoli. L’autore, il ravennate Luigi Tazzari, ha ripreso il mare in 52 immagini, scattate per un intero anno, tutte le domeniche. Il risultato offre suggestioni ed emozioni uniche.

Magazzino del Sale “Torre”
Orari di apertura: mercoledì 4 maggio ore 15-19; giovedì 5 maggio ore 10-13 e 15-19; venerdì 6 maggio ore 10-13 e 15-22; sabato 7 e domenica 8 maggio orario continuato 10-22.

Il mare sulla tela
Esposizione di quadri di artisti locali dedicati all’Adriatico.
A cura dell’Associazione culturale il Menocchio.
Mercatino dei pescatori, via Nazario Sauro
Sabato 7 e domenica 8 maggio


I MERCATI DELLA SENSIA
Da Baden bei Wien: Sapori e paesaggi della Wienerland
Degustazioni di prodotti regionali e vini pregiati, ambiente, cultura e tradizioni della Bassa Austria sono gli elementi dell’allestimento a cura della città di Baden bei Wien, ospite dello Sposalizio del Mare.
Magazzini del Sale – Sala Rubicone
Sabato 7 e domenica 8 maggio

Il mercato dell’ascensione e l’area bambini
Via N.Sauro / Borgomarina / Torre San Michele
Sabato 7 e domenica 8 maggio

LO STAND GASTRONOMICO
Un mare che unisce
Per tutti i giorni della festa, lo stand gastronomico con i Sapori dell’Adriatico a cura del Circolo Pescatori di Cervia “La Pantofla”. Musica dal vivo.
Piazzale Aliprandi
Giorni e orari di apertura: venerdì 6 maggio ore 19; sabato 7 e domenica 8 maggio ore 12 e ore 19.