13/04/16

I migliori navigatori del 2016 by Sandro

I migliori navigatori del 2016




Oggi ho stilato una classifica su i migliori navigatori del 2016 avvalendomi di una ricerca basata sulle statistiche.





1) Garmin Nuvi 2597LMT
Modello della Serie Advanced Garmin con schermo touchscreen da 5 pollici ad alta risoluzione con riconoscitore vocale, mappe pre-caricate e posizioni autovelox.
Con Garmin Real Directions con Garmin Real Voice non sarà più necessario aguzzare la vista per leggere i nomi delle strade. Le indicazioni di svolta utilizzano punti di riferimento facilmente riconoscibili nell’ambiente circostante (ad es.: svolta a destra al semaforo o svolta a sinistra prima del benzinaio). La tecnologia vocale di Garmin Real Voice vi accompagnerà con una voce naturale e chiara. Vista degli svincoli PhotoReal e Birds Eye.
Il Garmin Nuvi 2597LMT supporta la sincronizzazione via Bluetooth con il vostro smartphone. Con la app per sistemi Android e iOS “Smartphone Link”, dopo aver sincronizzato il vostro device via Bluetooth, potrete rispondere ed effettuare chiamate con il vivavoce e utilizzare tante altre funzionalità di condivisione.
Consente inoltre di condividere le posizioni con lo smartphone per percorrere l’ultimo chilometro fino alla destinazione finale e tornare all’auto parcheggiata.
Con Garmin Express potrete gestire gli aggiornamenti delle mappe e del software, il trasferimento delle Mie posizioni tra dispositivi e l’installazione gratuita dei veicoli e delle voci personalizzate.
2) TomTom Go 600
Il Go 600 è un navigatore GPS per auto della TomTom con schermo touchscreen da 6 pollici, 16:9 con risoluzione 640×480 pixel. Offre la visualizzazione degli edifici in 3D per le maggiori città, posizioni autovelox e aggiornamenti delle mappe gratuiti a vita.
Ottima la funzione che vi permette di toccare un punto sulla cartina e ottenere l’itinerario in un attimo, senza doverci perdere troppo tempo.
TomTom Traffic, incluso gratis a vita, collegando il vostro smartphone via Bluetooth, vi permetterà di rimanere sempre aggiornati sul traffico e vi aiuterà proponendovi alternative durante il percorso per evitare code noiose.
Le mappe sono molto curate e visualizzabili sia in 2D che in 3D, a seconda della preferenza. Inoltre lo schermo multitouch permette di effettuare comodamente zoom tramite “pinch” o doppio tap come siamo abituati a fare con gli smartphone.
3) Garmin Nuvi 66LMT
Modello della Serie Essential Garmin con schermo touchscreen da 6 pollici con risoluzione 800×480 pixel, riconoscitore vocale e mappe pre-caricate.
Mappa europa con aggiornamenti gratuiti a vita e percorrenza semplificata di svincoli complessi, grazie all’indicatore di corsia con vista svincoli.
Con il sistema Cyclops Speed Cameras potrete rimanere sempre aggiornati sulle posizioni di autovelox fissi e mobili.
Il navigatore viene fornito con database aggiornato degli autovelox ed è possibile scaricare aggiornamenti sulle posizioni.
Con Garmin Express potrete gestire gli aggiornamenti delle mappe e del software, il trasferimento delle Mie posizioni tra dispositivi e l’installazione gratuita dei veicoli e delle voci personalizzate.
4) Garmin Nuvi 55LMT
Modello della Serie Essential Garmin con schermo touchscreen da 5 pollici con risoluzione 480×272 pixel, riconoscitore vocale e mappe pre-caricate.
Mappa europa con aggiornamenti gratuiti a vita e percorrenza semplificata di svincoli complessi, grazie all’indicatore di corsia con vista svincoli.
Con il sistema Cyclops Speed Cameras potrete rimanere sempre aggiornati sulle posizioni di autovelox fissi e mobili.
Il navigatore viene fornito con database aggiornato degli autovelox ed è possibile scaricare aggiornamenti sulle posizioni.
Con Garmin Express potrete gestire gli aggiornamenti delle mappe e del software, il trasferimento delle Mie posizioni tra dispositivi e l’installazione gratuita dei veicoli e delle voci personalizzate.
5) TomTom Start 50
Il TomTom Start 50 è un navigatore GPS per auto con schermo touchscreen da 5 pollici con mappe pre-caricate e aggiornamenti gratuiti a vita.
Basta toccare un punto sulla cartina per ottenere l’itinerario in un attimo, senza doverci perdere troppo tempo.
TomTom Traffic (opzionale), collegando il vostro smartphone via Bluetooth, vi permetterà di rimanere sempre aggiornati sul traffico e vi aiuterà proponendovi alternative durante il percorso per evitare code noiose.Le mappe sono molto curate e visualizzabili sia in 2D che in 3D, a seconda delle preferenze dell’utente.
TomTom Autovelox è incluso per 3 mesi.

manutenzione stufa truma

Manutenzione stufa truma

By Sandro

foto di Sandro Giusti.
Amici la stagione fredda e' finita qualche consiglio utile per piccola manutenzione alla vostra stufa.
manutenzione stufa truma
Primo verificare il bruciatore e che la fiamma prodotta sia di colore blue in questo caso è tutto ok, se invece la fiamma si ingiallisce il problema e’ quello di pulire il bruciatore interno naturalmente questa prova va eseguita con bombola del gas piena.
Nel caso si notino solo pochi residui di polvere o se stenta a mantenere la fiamma al minino basta soffiare col compressore dalla presa d’aria sottostante il bruciatore sovrastante, precauzione importante è che la pressione del compressore non superi i 3 bar, nel caso l’operazione sia impossibile si può o rimuovere la griglia sottostante fissata con le viti, per accede meglio, questa e’ la soluzione ideale.
Dopo aver soffiato bruciatore e griglia ci si mette al riparo dall’odore di bruciato che genera la stufa dopo essere stata inattiva
.
Una di quelle operazioni sottovalutata ma importante è rimuovere il tubo d’acciaio del camino, questo una volta rimosso va pulito e ricollocato esattamente come prima, sostituendo la guarnizione di tenuta.
In caso di spegnimento improvviso e consecutivo a l’afflosciamento della fiamma in maniera repentina e costante e’ probabile sia dovuto al fatto che durante le vacanze nel camino siano entrati degli intrusi o ospiti indesiderati e quindi, a stufa spenta, bisogna svitare il terminale e con una lampada verificare che non vi siano intrusi all’interno dello stesso, in questo caso basta rimuoverli e con terminale libero riaccendere la stufa e verificare che la fuoriuscita dei fumi avvenga in maniera naturale e senza ostruzioni.
Altra verifica da fare, la batteria accendi gas, se questa produce la scintilla e tutto ok, mentre nel caso contrario sostituire la batteria.

11/04/16

TORTA  “ANGELICA”











Ingredienti per il lievitino: 

80 gr. di acqua 

1 cubetto di lievito di birra da 25 gr.

140 gr. di farina Manitoba

Ingredienti per l’impasto:

120 gr. latte

80 gr. di zucchero

120 gr. di burro morbido

3 tuorli di uovo

½ fiala di aroma all’arancio

1 cucchiaino raso di sale

400 gr. di farina Manitoba

Ingredienti per la farcia:

80 gr. di uva sultanina  

40 gr. di scorza d’arancio candita

50 gr. di burro fuso

Ingredienti per la glassa:

250 gr. di zucchero a velo

2 cucchiai di succo di limone 



Esecuzione

Preparazione del lievitino

Inserire nel boccale l’acqua, il lievito e la farina: mescolare per 30 sec. a vel. 3

Mettere a parte ben coperto e lasciare lievitare per circa 30 minuti

Preparazione dell’impasto

Mettere nel boccale il latte  ed il burro a pezzetti, intiepidire per 1 minuto a 37° vel. 2

Unire lo zucchero, , i tuorli, l’aroma, ed il sale:amalgamare 5 sec. a vel. 5/6

aggiungere il lievitino, amalgamare ancora 15 sec. a vel.4

aggiungere la farina e lavorare 30 sec. a vel. 4    e    3 min.  a vel. Spiga.

Togliere l’impasto dal boccale, con le mani formare una palla e lasciarla lievitare coperta a campana da una terrina, per almeno 1 ora (dovrà raddoppiare).

Trasferire l’impasto sul tagliere, e con il mattarello, stendere una sfoglia di 2-3 mm. di spessore e 

formare un rettangolo di circa 40 cm. X 30 cm. ( poco più).

Pennellare la sfoglia con abbondante burro fuso, cospargere di uva sultanina (precedentemente ammollata in acqua o liquore a propria scelta, e di scorza d’arancia candita a cubettini o tritata.

Arrotolare il lato più lungo in modo da formare un cilindro, lungo e stretto.

Tagliarlo a metà  nel verso lungo in modo da formare due strisce lunghe che tenderanno ad aprirsi.

Formare una treccia a 2 (e non a 3) facendo in  modo di tenere la parte tagliata sempre in alto.

Mettere sulla teglia da forno, già con carta forno,e chiudere l’impasto a ciambella, pennellare 

ancora con burro fuso e, dopo averla coperta con carta forno,lasciare ancora lievitare per 1 ora o poco più, dovrà essere bella turgida. 

Cuocere in forno a 180° per 30 minuti (se dopo soli 10 minuti avrò preso colore, coprirla nuovamente con un foglio di carta forno).Ognuno conosce la taratura del proprio forno.

Verso la fine della cottura dell’Angelica, mettere nel boccale del bimby 2 soli cucchiai di succo di limone, mescolare a vel. 3 e dal foro aggiungere lo zucchero a velo.

Si sarà formata così la glassa che andrà sparsa su tutta la torta.


Cioccolata in tazza al sale di Cervia

……In cucina con Bimby 
by Gabry


Cioccolata in tazza al sale di Cervia




Per - 4  pers.

300 cal. a testa

Ingredienti:

150 gr. di cioccolato fondente

750 gr. di latte intero fresco

8 grani di sale grosso di Cervia

Esecuzione

Inserire nel boccale il cioccolato spezzettato, il latte ed il sale grosso: 7 min. 70° vel. 2.

E' ottima così  per una colazione, accompagnata da fette di pane tostato e imburrato

(con burro semi-salato)

                  

NB:                   NON  è consigliata a chi soffre di ritenzione idrica

08/04/16

Fai da te in camper di Sandro Giusti LA LIBERTA' DEL CAMPER

Fai da te in camper 

LA LIBERTA' DEL CAMPER

di Sandro Giusti.


A Pasqua ho avuto la fortuna di conoscere un Camperista d'eccezione, ora Admin di LA LIBERTA' DEL CAMPER
Mi ha raccontato che è Camperista dall'età di 1 anno col suo papà. 
Bene ma chiediamo a lui se avrà voglia di presentarsi e raccontarci la sua storia di Camperista.
Oltre alle varie nozioni che ci dà a riguardo dei camper.

INDICATORI DI LIVELLO SERBATOIO 

ACQUE CHIARE 


questo post l'ho creato anche per raccogliere esperienze vostre sulla tipologia di sensore per la segnalazione avete mai avuto problemi con la segnalazione? Andiamo avanti spiegando un po' di procedura.
I led degli indicatori di livello del serbatoio delle acque chiare con il tempo hanno perso la loro intensita a causa del calcare che si deposita con il tempo sui sensori di livello e funge da isolante impedendo alla corrente di circolare.


Per ovviare a questo problema mi sono deciso di intervenire provvedendo alla loro manutenzione e pulizia. 

Smontato il pannello posto sul lato destro (in basso) dell'armadio si accede al serbatoio delle acque chiare (foto 1).


Dopo aver segnato, per mia comodità, vicino ad ogni sensore il colore del corrispondente filo ho provveduto a rimuoverli svitando la vite posta al centro (foto 2). Nel mio caso era presente del silicone trasparente ma non sò se messo dal precendente proprietario. Asportato il tutto ho pulito la superficie con un prodotto antisiliconico.

I sensori non sono altro che una vite infilata all'interno del serbatoio sulla quale sono fissati dei cavi che sfruttano l'acqua come conduttore.

Le viti in acciao sono state pulite con una piccola spazzola applicare ad un utensile tipo dremel (foto 3-4)
facendo attenzione a togliere tutto il calcare depositato, i gommini sono stati ripuliti e passati con carta abrasiva fine (foto 5). Il connettore su cui si applica il filo, con l'aiuto di semplici faston, sono stati lucidati per rimuovere l'ossido presente.

Personalemente ho preferito fisssare il connettore sulla rondella per migliorare il contatto (foto 6-7).


Dopo aver assemblato il sensore ho messo del sigillante sika (foto 8) facendo attenzione a non sporcare la vite ed ho rimontato il tutto (foto 9).




Ricollegati i cavi i led sono tornati a funzionare regolarmente.
Prima di rimontare il pannello frontale consiglio di riempire il serbatoio per verificare che non ci siano perdite.



07/04/16

FESTIVAL DELLE MONGOLFIERE

FESTIVAL DELLE MONGOLFIERE


Mongolfiere da tutta europa, area di sosta camper gratuita



Sabato 16 alla sera pizzata in compagnia presso il ristorante pizzeria a pochi metri dal parcheggio con terrazza sul parco se il tempo lo permette, prenotazioni partecipanti presso il nostro gazebo entro le ore 17. 


E la notte vedremo le mongolfiere sollevarsi uno spettacolo unico con sorpresa.

E se volete volare potrete prenotare un voloper il divertimento di grandi e piccini.

fINESTRE DI RICAMBIO PER TUTTI I TIPI DI CAMPER E ROULOTTES

Se non trovate quello che cercate, contattateci.



06/04/16

Fagottini di patate ripieni di asparagi di Marcus Holzer


Ecco la seconda ricetta che oggi ha attirato la mia attenzione.
Marcus Holzer, che propone un’altra ricettina sfiziosa: quella dei 

Fagottini di patate ripieni di asparagi


Per l’impasto

  • 250 g patate bollite e pelate, 
  • 75 g farina, 
  • 1 tuorlo, 
  • noce moscata, 
  • sale

  • Per condire: 
  • 30 g burro, 
  • 20 g grana grattugiato

  • Per il ripieno
  • 150 g asparagi bianchi, 
  • 2 asparagi verdi, 
  • olio evo, 
  • sale, 
  • zucchero, 
  • 125 g mascarpone o in alternativa ricotta.
  • noce moscata
Pelare gli asparagi con un pelapatate. Mettere gli scarti nell’acqua dove cuoceremo i fagottini, così da insaporirla. Ricavare dagli asparagi puliti dei piccoli tocchetti. Scaldiamo in padella un filo d’olio; fare rosolare gli asparagi per un paio di minuti. Salare e condire con un pizzico di zucchero. Lasciare raffreddare e unire al mascarpone mischiare bene.
Preparare l’impasto degli gnocchi, impastando la purea di patate ben fredda e condita con sale e noce moscata con l’uovo e la farina. Stendere il composto ottenuto, con il mattarello, ricavare dei dischetti, che farciremo  con una noce di ripieno agli asparagi; richiudiamo come fossero delle stelline, dando quattro pizzicotti. Lessare nell’acqua salata e aromatizzata con gli scarti degli asparagi; che avremo precedente tolto.
Quando i fagottini vengono  vengono a galla, li scolare e metterli  direttamente nel piatto, con le cime degli asparagi. 
In un tegame, sciogliamo il burro con erbe aromatiche. Versiamo il burro sui fagottini e completiamo con una spolverata di parmigiano grattugiato.


Frittatine miste di primavera di Anna Moroni


Anche oggi durante il pranzo assistevo con mamma alla puntata della prova del cuoco e sono stata colpita da 2 ricette, una è questa di Anna Moroni e l'altra sono raviolini di patate con ripieno 
eccovi la ricetta di Anna

Frittatine miste di primavera di Anna Moroni


Ingredienti per 12 pirottini
  • 8 uova
  • 3 cucchiai grana
  • 30 g amido mais
  • 125 g yougurt bianco
  • 30 g olio semi
  • Prezzemolo
  • 1 zucchina romanesca
  • 50 g fave sgusciate
  • 100 g piselli cotti
  • 50 g salmone affumicato
  • 1 cipolla bianca cotta
  • 100 g asparagi cotti
  • 1 peperone giallo cotto
  • 1 carciofo cotto
  • Erbe aromatiche + 50 g grana
  • 50 g pomodori secchi sott’olio
  • Prezzemolo
  • Burro
Preparazione:
 Imburrare bene  la teglia per i muffin o cupcake. Se non la possedete potete usare i pirottini di alluminio.  Nella ciotola rompere 8 uova, aggiungere uno yogurt magro intero, l’olio di semi, la fecola di patate o amido di mais o maizena, grana grattugiato. Continuare sempre ad amalgamare bene il tutto. Aggiungere anche il prezzemolo tritato, mescolare bene il tutto con la frusta a mano.  Aggiungere pochissimo sale. In alcuni stampini già imburrati mettere dei carciofi cotti, in altri delle zucchine grattugiate, in altri asparagi, in altri le fave sgusciate crude, in altri i piselli crudi, in altri cipolle saltate in padella con olio, in altri peperoni a dadini saltati in padella, in altri pomodori secchi. Infine usate la vostra fantasia, potete usare anche dei salumi o del salmone che avanzano in frigo o ogni altro alimento ci viene in mente o abbiamo in frigo. Adesso mettere il composto versandolo con il mestolo nei vari stampini. Completare con il grana grattugiato. Mettiamo in forno a 160° C per 25-30 minuti.

05/04/16

Torta di marmo di mamma Ersilia


Torta di marmo




250 gr. zucchero 

100 gr. latte
200 gr. farina 

3 uova
50 gr. fecola o maizena 

2 cucchiai cacao amaro
125 gr. burro o margarina 

1 bustina lievito per dolci

Inserire nel boccale zucchero, burro ammorbidito, uova: 30 sec. vel. 6. poi mettere il latte. Aggiungere dal foro con lame in movimento a vel. 6 la farina: 20 sec. vel. 6. Versare il lievito: 8 sec. vel. 6. 

Versare metà del composto in uno stampo imburrato ed infarinato. 
Aggiungere al composto rimasto il cacao: 20 sec. vel. 6. 
Versare questo impasto sul primo e muoverlo delicatamente con la lama di un coltello. 
Cuocere in forno caldo: 40 minuti a circa 180°.

Risotto radicchio e speck (ricetta bimby)

Risotto radicchio e speck





Ingredienti:

500 gr. di riso carnaroli,
½ radicchio rosso di chioggia
100 gr. di speck in un solo pezzo
 1 pezzettino di cipolla, o uno scalogno
 olio,
 dado bimby
1 misurino di vino (facoltativo)

Procedimento:

Inserire nel boccale la cipolla ( o uno scalogno) e tritare per pochi secondi a vel. 4,aggiungere l’olio(30gr.) e soffriggere 3’ 100 gradi vel. Soft.
Inserire lo speck e dare alcuni colpettini di turbo (2o3) poi inserire il radicchio e tritare a vel.4 per alcuni secondi ( a secondo della finezza che si desidera ottenere).
Poi aggiungere il riso e se si vuole si puo’ mettere un misurino di vino bianco secco e si fa evaporare per 1 minuto a vel. soft e antiorario temperatura varoma senza misurino: quindi si aggiunge 1litro. di acqua 30 gr. di dado bimby e si mette in cottura a 100 gradi vel soft-antiorario per il tempo indicato sulla scatola (generalmente 16’).
Alla fine mantecare con burro e parmigiano a piacere.
Decorare con striscioline di radicchio fresco.