Zuppe e minestre


Ribollita toscana

Un piatto tipico e tradizionale della cultura culinaria regionale. Il nostro chef vi svelerà in questo articolo il segreto per cucinare la migliore Ribollita toscana. 

Storia della Ribollita toscana

La Ribollita è per eccellenza un piatto tradizionale toscano conosciuto in tutto il mondo. Deriva dalla tipica zuppa di pane raffermo e verdure della Toscana. È un tipico piatto di origine contadina, il cui nome deriva dal fatto che un tempo veniva cucinato in grandi quantità il venerdì, e veniva poi ribollito in padella nei giorni successivi pronta per essere mangiata durante il weekend. Da qui il nome di ribollita; la vera zuppa ribollita si riscalda due volte.
Come tutte le altre zuppe di verdura anche la ribollita diventa sempre più gustosa ogni volta che viene ribollita sul fuoco.
Gli ingredienti fondamentali sono il cavolo nero e i fagioli (borlotti, toscanelli o cannellini). La ribollita è un piatto invernale di aspetto semisolido. Per rendere migliore la zuppa è necessario che il cavolo nero abbia "preso il ghiaccio", che sia passato cioè da una o più gelate invernali che ne abbiano ammorbidito le foglie.


Tempo di cottura: 3h

Ingredienti:

Sedano
Carote
Cipolla
Cavolo nero
Cavolo verza
Bietole
Fagioli zolfini
Pane raffermo toscano
Sale
 Pepe
Olio d’oliva
 Rosmarino

 preparazione:

Cuocere i fagioli cannellini e mettere da parte.
Preparare un brodo  di pollo e mettere da parte
Mettere a soffriggere sedano, carote e cipolla.
Aggiungere i cavoli e la bietola tagliata finemente e aspettare che appassiscano.
A quel punto aggiungere il brodo precedentemente preparato e lasciare cuocere il tutto per tre ore.
Quasi a fine cottura aggiungere i fagioli e lasciare cuocere per mezz'ora con anche un rametto di  rosmarino.
La zuppa va ribollita con aglio e rosmarino nel forno a legna in un tegame con un fondo spesso per evitare che si attacchi e si bruci al fondo.

Alla fine aggiungere il pane raffermo tagliato a pezzi e aggiungere un filo di olio extra vergine d'oliva toscano a crudo con una spruzzata di pepe. Servire in un tegamino di coccio come vuole la tradizione toscana, che aiuta a conservarne il calore”.




La stracciatella



Ingredienti


Per 4 persone
brodo di carne litri: 1
uova2
parmigiano grattugiato grammi: 80
prezzemolo mazzetti: 1
noce moscata pizzichi: 1
sale pepe


Preparate un buon brodo di carne come siete soliti fare oppure utilizzate la ricetta che trovate spiegata con i cappelletti e mettere sul fuoco.
Prendere le uova salare, pepate infine sbattetele leggermente, non troppo perchè si dovrà vedere anche qualche filamento bianco.
Aggiungere una spolveratina di noce moscata e il parmigiano mescolare e aggiungere un mazzetto di prezzemolo tritato, sale (poco) e pepe.
Ora prendete il brodo in ebollizione e aggiungete al composto. rimettete tutto nel tegame e fate rapprendere per qualche minuto.
Una minestra per le fredde sere  invernali veloce e gustosissima adatta a grandi e bambini.

Buon appetito Marisa
www.galassiacampershop.com


Nessun commento: