22/03/19

Si va in Laika e poi.....

Nuova gita in camper
Come unire l’utile al dilettevole
Eccoci qua io Marisa Benny e Spillo pronti ad affrontare un’altra avventura;
manutenzione annuale del LAIKA e dove si va? 
Naturalmente Tavernelle val di Pesa in Toscana e qui di cose splendide da vedere c’è solo l’imbarazzo della scelta.
Arriviamo a pomeriggio inoltrato salutiamo gli amici della due elle piccola manutenzione urgente e poi ne approfittiamo per fare un giretto sulle colline vicine,  vediamo in lontananza  una bellissima chiesa che sorge all’interno di un ampio cortile erboso che sovrasta il paese di Tavernelle Val di Pesa

si tratta della PIEVE DI SAN PIETRO IN BOSSOLO, decidiamo di cenare all’interno del magnifico cortile.


Il silenzio è totale, l’orizzonte si tinge dei magnifici colori del tramonto che mettono in risalto i contorni delle colline toscane.
C’è una atmosfera di altri tempi e in questa piccolissima borgata passeggiamo con i nostri amici pelosi quando in lontananza sentiamo il rumore di un motorino (in realtà è un ape car) che si avvicina e subito ci ritorna alla mente un film di qualche anno fa “ IL CICLONE “ con Leonardo Pieraccioni  e scoppiamo a ridere.
Decidiamo di scendere in paese, davanti alla sede della Due elle, per passarvi la notte.
Al mattino successivo consegniamo il camper e facciamo un giretto nei dintorni.
A pranzo decidiamo di andare ad un ristorantino li vicino “ CACIO E PEPE”,è una nuova gestione e lo hanno aperto pochi giorni prima, servizio buono e menù ottimo e i cani possono entrare.

Il giorno successivo, ritirato il camper, ci avviamo verso SAN CASSIANO IN BAGNO zona termale con vasche libere immerse nel verde l’acqua ha una temperatura di 38 gradi per noi temperatura decisamente troppo alta.


 
Decidiamo di andare a Viterbo  verso le terme libere del Bagnaccio,
ma arrivate sul posto c’è qualcosa che non ci convince, anche il gestore è piuttosto scortese in più voci che corrono su questo luogo ci convincono a cambiare zona quindi andiamo alle terme libere Masse di San Sisto.
 



Un piccolo paradiso con due vasche termali una di acqua calda e una più tiepida.
Sono pozze libere gestite dalla associazione “ le Masse” che si occupa della manutenzione e della pulizia di tutta l’area.
Per accedervi si paga una modesta quota annuale di 35 euro che è il semplice costo della tessera associativa. Il ricavato serve per la manutenzione e la pulizia dell’area.
Le terme sono aperte fino alla mezzanotte e noi già ci immaginiamo immerse nelle serate estive a rimirar le stelle.
E la mattina un breve bagno per ristorarci, un caffè e si rientra.
Alla prox avventura.
Jil and Mary

Nessun commento: