25/01/17

Il cammino di Santiago di Giovanni Fontanieri Michele e Roberta



22° giorno

venerdì 22 luglio... 19 km

... Fròmista - Carrion de los Condes...

...sveglia alle 5.15... e si va... in questa tappa il cammino è su un sentiero che scorre proprio a fianco della nazionale... ma questo non intacca il paesaggio fantastico delle Mesetas... i campi di grano si allungano a perdita d'occhio... in quell'andamento ondulato che sembra un mare di giallo in lento movimento... si... è uno spettacolo talmente bello e che trasmette talmente tanta gioia che... come dire... boh.... rimarresti qui in eterno...

...scandiamo bene le tre soste... colazione.... merenda... e pranzo... :-) ...e in cammino ci sorpassa Alfonso, di Madrid, che regala a Michele una pistola ad acqua...
...e alle 14.30 arriviamo alla meta... e per niente stanchi... sia perchè il tratto è stato tutto pianeggiante... e sia per la temperatura che è stata ideale...
...per accontentare Michele, decidiamo di andare nell'ostello de peregrino Santa Maria... sia perchè Miki vuol cucinare per gli altri... ma soprattutto perchè anche Adriana è andata qui... :-)
...la scelta si dimostra comunque più che azzeccata... infatti alle 18.00 c'è il momento della preghiera e del canto... la preghiera che, come ho già spiegato, non si tratta del classico pregare... ma di un momento in cui ci si conosce e ciascuno può dire ciò che gli pare... presentarsi, pregare, cantare, dire ciò che si vuole
 insomma... due coreani dei quali uno seminarista, che neppure si conoscevano, cantano un canto di chiesa nella loro lingua... ed uno di loro accompagna con la chitarra... ed è stata una roba bella credetemi... poi quand'è la volta di Michele c'è prima un evidente attimo di riflessione da parte sua... poi parte... e canta Salve Regina... ecco... in quell'istante si è fatto un silenzio totale... ed è impossibile non commuoversi...

...poi è la volta del canto tutti insieme, come a stemperare il momento di forti emozioni generatosi prima, e si canta di tutto... compreso "Azzurro"... accompagnati dal complessino delle suore (di un istituto di Madrid)... fantastico...

ok... ed ora tutti alla messa del pellegrino... con benedizione finale...

...ma poi c'è il momento tanto atteso da Michele... la cena comunitaria dove tutti portano o cucinano qualcosa... e così Roberta e Michele cucinano un piatto di pasta e ragù (spesa fatta pomeriggio)...e suor Carolina (il suo sogno è trasferirsi a Ravenna) e Miki distribuiscono un po di pasta a tutti.... ho contato 35 persone circa.... 7 nazionalità diverse... fantastico...

...finita la cena suor Carolina fa un piccolo discorso.... e fa pubblicamente i complimenti a Michele... ora però a nanna... a domani..............

p.s. pernottamento: 5 a testa... ...










Prefazione e le foto del viaggio raccontato da Giovanni Fontanieri
























Posta un commento