26/12/16

Il cammino di Santiago di Giovanni Fontanieri Michele e Roberta








12° giorno 

 martedì 12 luglio... 

 24 km... Navarrete - Azofra...

        
                                                                                        ..
                                                                                                                                                                                                                                                 
                                                                                                                                          

...sveglia alle 5.30 e dopo una mega colazione al bar appena aperto, con tanto di pain au chocolate, si parte... si va...

...si ogni mattina... quando iniziamo a camminare... nella luce straordinaria dell'alba e con l'aria fresca che ci accoglie... che ci da energia... che ci fa sorridere al nuovo giorno come a salutarlo... come a ringraziarlo per questa meravigliosa esperienza... ecco... in quei momenti... prov...iamo ogni volta una vera e propria rinascita...

...anche stamattina ci sentiamo in forma e andiamo che è un piacere... soprattutto Michele... e facciamo anche un breve tratto con una nonna francese e i suoi due nipotini poco più grandi di Miki... e dopo 9 km di cammino svalichiamo l' Alto de San Antòn, coi suoi 715 m., per poi giungere, dopo altri 9 km., a Najera... una cittadina di poco più di 8.000 abitanti adagiata sul rio Najerilla.... dove ci fermiamo a mangiare in un bar posizionato proprio sul lungo fiume.... spettacolo... e mentre siamo seduti a pranzare passano prima Angela... e poi Lara... 


...poi ripartiamo e dopo altri 6 km arriviamo alla nostra meta di oggi... Azofra... un paese veramente piccolo (300 abitanti) ma col suo bell'ostello municipale... con tanto di vasca in cortile dove i pellegrini possono rinfrescarsi i piedi... qui niente letti a castello ma camerette con due letti ciascuna... e Miki contentissimo occupa subito una cameretta con sua madre... mentre io finisco assieme a un ragazzo giapponese...
....poi Roberta... visto che c'è la cucina ad uso comune... decide di cucinare e così andiamo a fare un po di spesa e finiamo in uno di quei piccolissimi negozietti di alimentari dove pensi che non ci sia nulla e invece la donnetta riesce a procurarti di tutto...
...quindi... penne al sugo di pomodori e pancetta... verdure in stufato di cipolla, peperoni e patate... e tavolata con Angela, Lara e nonna francese con nipoti...
...poi... dopo esserci gustati un tramonto veramente mozzafiato... ci ritiriamo in camera... dopo pochissimo arriva il ragazzo giapponese... e mentre ci prepariamo mi chiede come si dice in italiano buongiorno... buonanotte... io rispondo e lui li ripete... buon-giolno... buona-note... e ad ogni parola ride... che spettacolo....
....a domani.....
p.s. pernottamento: 8 a testa...



Posta un commento