13/04/16

manutenzione stufa truma

Manutenzione stufa truma

By Sandro

foto di Sandro Giusti.
Amici la stagione fredda e' finita qualche consiglio utile per piccola manutenzione alla vostra stufa.
manutenzione stufa truma
Primo verificare il bruciatore e che la fiamma prodotta sia di colore blue in questo caso è tutto ok, se invece la fiamma si ingiallisce il problema e’ quello di pulire il bruciatore interno naturalmente questa prova va eseguita con bombola del gas piena.
Nel caso si notino solo pochi residui di polvere o se stenta a mantenere la fiamma al minino basta soffiare col compressore dalla presa d’aria sottostante il bruciatore sovrastante, precauzione importante è che la pressione del compressore non superi i 3 bar, nel caso l’operazione sia impossibile si può o rimuovere la griglia sottostante fissata con le viti, per accede meglio, questa e’ la soluzione ideale.
Dopo aver soffiato bruciatore e griglia ci si mette al riparo dall’odore di bruciato che genera la stufa dopo essere stata inattiva
.
Una di quelle operazioni sottovalutata ma importante è rimuovere il tubo d’acciaio del camino, questo una volta rimosso va pulito e ricollocato esattamente come prima, sostituendo la guarnizione di tenuta.
In caso di spegnimento improvviso e consecutivo a l’afflosciamento della fiamma in maniera repentina e costante e’ probabile sia dovuto al fatto che durante le vacanze nel camino siano entrati degli intrusi o ospiti indesiderati e quindi, a stufa spenta, bisogna svitare il terminale e con una lampada verificare che non vi siano intrusi all’interno dello stesso, in questo caso basta rimuoverli e con terminale libero riaccendere la stufa e verificare che la fuoriuscita dei fumi avvenga in maniera naturale e senza ostruzioni.
Altra verifica da fare, la batteria accendi gas, se questa produce la scintilla e tutto ok, mentre nel caso contrario sostituire la batteria.
Posta un commento