18/10/18

Girelle all'uvetta

Una delle mie brioche preferite per la colazione

ingredienti:
Per l'impasto
300 gr. Di farina Manitoba 
80 gr di farina 00
60 gr di zucchero
Un cucchiaino di miele
10 gr di lievito di birra fresco
Un pizzico di sale
100 gr di latte 
60 acqua tiepida
50 gr. Burro temperatura ambiente
1 uovo e 1 tuorlo
Estratto di vaniglia a piacimento 
Ingredienti per la farcitura:
Crema pasticcera o crema bimby
150 gr di uvetta
Zucchero di canna
Un uovo
Latte
Procedimento:
Nel boccale del bimby inserite tutti gli ingredienti tranne il sale e le 2 farine, miscelate il tutto a vel. 3 per un minuto, quindi setacciate le farine nel boccale e aggiungete il sale.
Impastate per 2 minuti a velocità spiga. (Chi non avesse il bimby potrà usare la planetaria o qualsiasi altro robot da cucina) per i tempi vi ricordo che 2 min. vel. Spiga equivale a 20 minuti a mano.
L'impasto deve risultare morbido ed elastico.
Mettetel'impasto in una ciotola capiente (preferibilmente in plastica) e coprite con pellicola trasparente fino al raddoppio.
Stendete l'impasto con delicatezza in un rettangolo di circa 4/5 mm di spessore.
Ora prendete la crema che deve essere fredda o appena tiepida e farcite il rettangolo e sopra cospargete l'ovetto che precedentemente avrete ammollato in acqua e ben strizzata.
arrotolate dal lato più lungo, per facilitare il compito, vi consiglio di stendere l'impasto su carta forno e al momento di arrotolare potrete aiutarvi con la carta.
Tagliate il rotolo in tant'è girelle di circa 4 cm. di spessore.
Passate il fondo di ogni girella sullo zucchero di canna e adagiatele su una teglia ricoperta di carta forno, lasciate lievitare fino al raddoppio del loro volume in un luogo riparato. (Ideale è il forno spento e chiuso).
Spennellate le girelle lievitate molto delicatamente con un tuorlo sbattuto con un pò di latte.
Infornate a 180 gradi per circa 20 minuti.
Per i golosi di cioccolato potrete sostituire l'uvetta con goccie o scaglie di cioccolato 
Buona colazione
Marisa

14/10/18

Paella by Mary



400 g di riso
500 g di gamberi
1 kg di cozze
1/2 kg di vongole
500 g di calamari puliti
8 scampi
100 g di salame piccante
300 g di petto di pollo
2 peperoni rossi o giallo
5 pomodori
200 g di piselli sgusciati
1 cipolla
2 spicchi di aglio
1 ciuffo di prezzemolo
1 foglia di alloro
2 bustine di zafferano
1 cucchiaino di curcuma
olio di oliva
1 l di brodo di pesce o vegetale
Potete preparare il brodo con gli scarti del pesce
sale e pepe


Lasciate a bagno le cozze per 2-3 ore in acqua fredda salata, cambiandola un paio di volte; poi raschiatele con cura sotto l’acqua corrente e privatele delle barbe. . Fatele quindi aprire a fuoco vivace con il prezzemolo e uno spicchio di aglio, scolatele, conservando il fondo di cottura, Fate la stessa cosa per le vongole.
Fate abbrustolire i peperoni sulla piastra, lasciateli intiepidire in un sacchetto di carta, poi spellateli e tagliateli a falde.


Tagliate ad anelli i calamari e sgusciate anche i gamberi, facendo attenzione a togliere anche il budello nero lungo il dorso.
Sbollentare i pomodori, privateli della buccia e dei semi e tritatene la polpa.


Rosolate il pollo  a pezzetti in una padella con 2 cucchiai d’olio.

Tritate la cipolla con uno spicchio di aglio, rosolatela in 4 cucchiai d’olio, unite i calamari e cuoceteli per 30 minuti, aggiungendo poca acqua quando necessario.


Unite il pollo, il salame a fette e dopo poco i piselli, i pomodori, l’alloro e il fondo di cottura delle cozze e delle vongole filtrato, salare e proseguire la cottura per 15 minuti; bagnare con il brodo caldo, in cui sarà stato sciolto lo zafferano, e far bollire.
Unite il riso e i peperoni e cuocete senza mescolare, per 15 minuti.per un ottimo risultato coprite con i coperchi E.W.C. Rosolate l’aglio rimasto, tritato finemente, in 4 cucchiai di olio, unite i gamberi e cuocerli per 3-4 minuti, salateli e metteteli da parte.
Aggiungete un po’ d’olio d’oliva nella stessa padella, fatevi rosolare anche gli scampi per 5-6 minuti e salateli; disponeteli infine sulla paellagamberi cozzee scampi e cospargete con una macinata di pepe e un pò di peperoncino. e servite.

La paella è fantasia, aggiungete il pesce che più vi piace, ma fate attenzione alle spine, quindi scegliete pesce senza spine.

Utilizzate sempre i nostri coperchi in cucina renderanno la vostra ricetta più leggera e digeribile, e l'aroma resterà intatto.

e... in viaggio con voi  con le nostre guide pratiche


02/10/18

Filetto alla Wellington.








Il filetto alla Wellington.
Rappresenta un secondo piatto sicuramente unico nel suo genere: un filetto di manzo avvolto da uno strato di crema di funghi, di prosciutto crudo, e protetto da un involucro di pasta frolla quasi un prezioso scrigno


Ingredienti:
1 Filetto di manzo
1 cestino di funghi freschi
1 Vasetto di senape
1 spicchio di aglio
Prosciutto o pancetta affettata finemente circa 200 gr.
1 Rotolo di pasta brisè
1 tuorlo
Olio, sale e pepe qb
                                               
Procedimento:
Prendere il filetto posare su un piano, quindi salarlo e peparlo massaggiandolo in modo che assorba bene il condimento.
Trasferirlo in un tegame antiaderente con un filo di olio extra vergine di oliva e farlo rosolare bene su tutti i lati e sulle estremità, avendo cura di non forare la carne e che non cuocia ma si rosoli semplicemente in modo da sigillarsi per non perdere i succhi interni.
Lasciare raffreddare
Spennellare il filetto con la senape e tenerlo da parte in modo che riposi.
Preparazione della crema di funghi:


pulire gli champignon e tagliarli a fettine, mettere in una padella un filo d'olio, aglio in camicia schiacciato , fare rosolare poi aggiungere i funghi e farli cuocere. Trasferirli nel bicchiere del mixer unire sale e pepe, quindi frullarli bene.





Disporre un foglio di pellicola trasparente su un piano, quindi coprire con uno strato di fette di prosciutto crudo, distribuire la crema di champignon, porre al centro il filetto ed arrotolare il tutto aiutandosi con la pellicola. Chiudere quasi fosse una caramella e trasferirlo in frigo per 30 minuti.



Adesso stendere la pasta frolla leggermente con un mattarello e porre al centro il filetto privato della pellicola, quindi avvolgerlo con la pasta avendo cura di chiudere bene i bordi. Fare riposare ulteriormente 15 minuti in frigo, spennellarlo con un tuorlo sbattuto e creare dei decori in superficie.
Infornare a 180° per circa 80 min., quindi sfornarlo, e dopo circa 5 minuti tagliarlo a fette abbastanza spesse, servire subito.



Ringraziamo lo chef Giancarlo Conoscenti, che anche oggi ci ha insegnato una delle sue ricette dandoci tanti spunti per realizzarli nel migliore dei modi.


e... in viaggio con voi  con le nostre guide pratiche

26/09/18

Marroni al Rhum


Ci avviciniamo al tempo delle castagne o marroni fra i camperisti usa andare alle sagre o fare raduni dove si va a raccogliere le castagne. 





Ingredienti: 
Marroni 2,5 kg. 
Zucchero 350 gr.
Rhum
Procedimento:
Arrostite i marroni senza bruciarli.
Quando sono cotti sbucciateli e metteteli in una pentola, ricopriteli di rhum, aggiungete lo zucchero e portate sul fuoco mescolando delicatamente, quando il rhum bolle toglietolo dalla fiamma e dategli fuoco continuando a mescolare facendo attenzione a non scottarvi finchè non si spegne.
Fate molto attenzione quando fate questa operazione.
Fate intiepidire e versate successivamente in vasi di vetro.
Aggiungete poi del rhum fino a riempire i vasetti.

Sono ottimi da servire a fino pranzo e perchè no? anche a flambè.






e... in viaggio con voi  con le nostre guide pratiche


25/09/18

Welsh cakes Dolcetti gallesi



Anni fa ho scoperto questi dolcetti, sono deliziosi, poco dolci esattamente come piacciono a me e sono adatti per l'ora del tea.
veloci e facili da preparare.

Ingredienti:
225g di farina con lievito
110g burro, tagliato a pezzetti
85g zucchero, 
un pugno di uvetta sultanina
1 uovo, sbattuto
latte quanto serve
burro per imburrare la piastra
procedimento:
Setacciare la farina in una ciotola e aggiungere il burro a dadini. Impastare con la punta delle dita o usare un robot da cucina, finché la miscela non assomiglia al pangrattato. Aggiungere lo zucchero, uva sultanina e uovo sbattuto e mescolare bene per formare una palla di pasta, utilizzando una spruzzata di latte, se necessario. 
 Arrotolare l'impasto su una tavola infarinata fino a uno spessore di circa 5 mm .Tagliare con un cutter da 7,5-10 cm. 
 Strofinare una piastra di ferro pesante con il burro, eliminare l'eccesso e posizionare sul piano di cottura fino a quando non viene riscaldato. 
Cuocere i dolci gallesi un po 'alla volta per 2-3 minuti su ciascun lato, o fino a doratura. 
 Togliere dalla piastra e spolverare con zucchero semolato.



e... in viaggio con voi  con le nostre guide pratiche


19/09/18

Pane con il mosto

Ricetta tipica della regione Marche a me particolarmente cara per le origini dei miei genitori, una regione ricca di tradizioni culinarie che si tramandano da genitori a figli.
Questo pane viene fatto in questo periodo di vendemmia ancora oggi. Veniva chiamato anche "pane di un anno" proprio per la sua particolare preparazione, perchè veniva affettato messo nel forno a legna e rigirato più volte fin quando apparivano perfettamente dorate. Si conservavano in un vaso di vetro ben sigillate e si sgranocchiavano in varie occasioni nel corso dell'anno.
Questa ricetta mi è stata data dalla zia che ancora oggi lo prepara con una piccola variante, i chicchi d'uva all'interno e la conservazione in freezer.
Ingredienti:
1/2  litro di mosto fatto in giornata
1200 gr. farina
400 gr. zucchero
200 gr. olio e.v.o.
150 gr. di lievito di birra
Una manciata o 2 di chicchi d'uva
60 gr. di anici
1 pizzico di sale
procedimento:

In una ciotola sciogliere il lievito di birra in metà mosto poi aggiungere la farina un cucchiaino di zucchero, impastare bene e lasciare lievitare per un' ora o fino a raddoppiare i volume in un luogo caldo coperto.
Riprendere l'impasto, aggiungere i rimanenti ingredienti e fare lievitare fino a raddoppiare il volume, sempre coperto in luogo caldo.
Ora formate 2 o 3 filoncini di pane poggiateli sulla teglia unta o con carta forno e fare lievitare.
cuocere in forno  a 170° per 30 40 minuti circa.
Se volete conservare le fette tostate, non aggiungete l'uva in quanto farebbero ammorbidire il pane e non si conserverebbe.
Buon appetito.


17/09/18

Riso a sorpresa con strolghino croccante

Primo giorno di scuola, 
per me quel tempo è passato da molto tempo, ma si dice che non si smette mai di essere bambini.
Oggi avevo voglia di creatività e.... mi sono messa in cucina, ho scelto degli ingredienti dal frigorifero e....proviamo una ricettina nuova?
 Eccola qua, devo dire che l'impiattamento non è molto carino, ma il gusto è venuto veramente ottimo, c'era la parte cremosa quella croccante e la freschezza.

Ingredienti:
Dado vegetale,
1 cucchiaino abbondante di curcuma
gr. 200 riso
7/8 fettine di strolghino 
un pezzetto di radicchio rosso di Chioggia
5/6 bocconcini di mozzarella 
1 cipolla di Tropea di media grandezza
4 pomodorini cigliegini
parmigiano grattugiato

Procedimento:
Cuocere  in gr. 450 di acqua il riso con i dado e la curcuma, la cottura tenetela 1 minuto meno di quello indicato sulla confezione. 
Nel frattempo tagliate a julienne le fettine di strolghino, mettetele in una padellina e fateli saltare a fuoco vivo finchè non diventano croccanti. Toglietele dal fuoco e mettete da parte in una ciotolina.
Ora sempre nella stessa padellina, fate appassire la cipolla di tropea che precedentemente sarà stata tagliata a rondelline e mettete da parte.
Tagliate a julienne il radicchio di Chioggia
Ed ora assembliamo il piatto.
Prendete un cucchiaio di riso che avrà assunto un bel colore giallo vivo grazie alla curcuma, adagiatelo al centro del piatto inserite la mozzarella, un pò di parmigiano e richiudete formando una pallina, sopra adagiate lo strolghino croccante e poi la cipolla di Tropea appassita, infine spolverizzare con il radicchio di Chioggia.
Buon appetito



e... in viaggio con voi  con le nostre guide pratiche

17/04/18

Aggiornamento soste camper



Il bel tempo è alle porte, (si spera!)



Porte che si apriranno nei nostri camper sulle strade della nostra bella Nazione, a questo riguardo il nostro desiderio è continuare a fornire un servizio sempre più preciso e completo, per farlo chiediamo il vostro aiuto a favore di altri camperisti.
Se nella vostra città, paese o anche nella più piccola frazione è presente un area di sosta vi chiediamo di segnalarcelo con indirizzo, servizi forniti  (sosta, carico-scarico, elettricità, ecc ) e magari anche una foto, al fine di ottimizzare al meglio la nostra pagina delle soste camper, e dare sempre più informazioni corrette agli amici camperisti.
Ovviamente, non dimenticate di informarci anche sulle soste che visitate durante i Vostri viaggi.
E se non trovate aree soste, ma zone dove si può sostare per qualche giorno, ben vengano anche queste informazioni.
Se vorrete scriverci anche una piccola recensione saremo ben lieti di pubblicarla con il vostro nome se lo vorrete.
Grazie a tutti i camperisti che vorranno collaborare.
La nostra mail: segreteria@galassiacamper.com

lo staff di Galassia Camper

14/03/18

Relax easy coprisedili economici



Sono arrivati i coprisedili Easy più economici, ma di ottima qualità, per chi vuole salvaguardare i sedili ad un prezzo davvero piccolo.
Il costo della coppia che riveste completamente il vostro sedile è di
solo € 97,60 e si possono acquistare in due colori tortora o grezzo.
Li potrete acquistare seguendo questo link coprisedili easy
Caratteristiche:
Coppia di coprisedili con poggiatesta integrato per camper in poliestere accoppiato con materiale espanso di 6 mm. L'intera fodera è realizzata per essere applicata ed essere tolta in maniera semplice e veloce.
Taglie:
Unica per tutti i tipi di sedile per camper con due braccioli, applicabile a sedili con e senza poggiatesta integrato (esclusi i motorhome)
Colori:
Beige, Tortora
Lavaggio:
In ammollo a temperatura di circa 40°C.


e... in viaggio con voi  con le nostre guide pratiche